La statuina dell’Imprenditore nel Presepe arcivescovile

22 Dicembre 2021

PORDENONE. La statuina per il Presepe 2021 promossa dalla Fondazione Symbola, Confartigianato e Coldiretti, nell’ambito del Manifesto di Assisi è stata consegnata al vescovo di Pordenone mons. Giuseppe Pellegrini, dai rispettivi presidenti delle associazioni Silvano Pascolo e Matteo Zolin. La statuina rappresenta l’imprenditore che usa la tecnologia, a significare la centralità dell’impresa che affronta nuove sfide per la crescita economica e sociale del Paese.

Obiettivo dell’iniziativa è aggiungere ogni anno al presepe figure che parlino del presente, ma anche del futuro. L’anno scorso fu un’infermiera a ricordare il debito che ci lega in tempo di Covid a tutti coloro che operano nella sanità. Quest’anno è l’imprenditore che ha affrontato le difficoltà della pandemia per continuare a garantire servizi e prodotti ai cittadini nonostante le limitazioni e i lockdown.

Il Vescovo ha rivolto parole di apprezzamento. “La statuina dell’imprenditore dopo quella dell’infermiera –ha affermato monsignor Pellegrini- rappresentano due figure che nell’emergenza si sono dimostrate punti di riferimento per la società. Confartigianato e Coldiretti – ha aggiunto – fanno bene a promuovere e valorizzare la rappresentazione del lavoro”.

“Quest’anno – ha sottolineato Pascolo, presidente di Confartigianato – portiamo nel Presepe il simbolo dei milioni di artigiani e piccoli imprenditori italiani che hanno saputo reagire alla crisi e oggi sono pronti a contribuire alla ripartenza del Paese. È l’emblema degli uomini e delle donne impegnati, con le loro aziende, a costruire un futuro nuovo, all’insegna dell’innovazione e della sostenibilità”.

Zolin per Coldiretti ha aggiunto: “L’agroalimentare italiano è uscito dalla crisi generata dalla pandemia Covid più forte di prima grazie a un esercito di quasi un milione di agricoltori e allevatori che non hanno mai smesso di lavorare per garantire le forniture alimentari ai cittadini”.

La statuita è stata quindi aggiunta al Presepe allestito nella sede vescovile.

Condividi questo articolo!