La rete Autonomia e Ambiente si presenta a Udine

20 Febbraio 2020

UDINE. Il futuro passa per l’Europa, per una buona politica ambientale ed economica, in un’ottica di sostenibilità. Ne sono convinti i promotori dell’incontro “La forza delle autonomie per l’ambiente e il lavoro” che si terrà domani, venerdì 21 febbraio, alle 20.30, nel Salone del Parlamento del Castello di Udine (entrata dall’ingresso principale dei Musei Civici, arrivando da Piazza Libertà). L’iniziativa – organizzata dal Gruppo Consiliare del Patto per l’Autonomia – sarà l’occasione per presentare l’associazione “Autonomia e Ambiente”, prima esperienza di dialogo e confronto tra partiti e movimenti autonomisti, indipendentisti e federalisti europei in Italia. I promotori si sono ispirati all’Alleanza Libera Europea (European Free Alliance, Efa), il gruppo politico che nel Parlamento europeo riunisce rappresentanti di regioni e territori in lotta per il proprio autogoverno, ma decisi comunque a partecipare alla costruzione di una nuova Europa delle regioni, dei territori, dei popoli.

Dopo i saluti introduttivi di Igor Gabrovec (Slovenska Skupnost) e Federico Simeoni (Patrie Furlane), interverranno – moderati dal giornalista Alessandro Di Giusto – il capogruppo del Patto per l’Autonomia in Consiglio regionale, Massimo Moretuzzo; Lorena Lopez de Lacalle, presidente dell’Alleanza Libera Europea (Eusko Alkartasuna – Paesi Baschi); Jordi Solé i Ferrando, segretario generale Ale (Esquerra Republicana – Catalogna); Nelida Pogacic, vicepresidente Ale (Lista Za Rijeku – Croazia); Anne Tomasi, vicepresidente Ale (Partitu di a Nazione Corsa – Corsica). Saranno presenti rappresentanti della rete “Autonomia e Ambiente” provenienti da Campania, Emilia-Romagna, Lombardia, Piemonte, Toscana, Sicilia, Valle d’Aosta e Veneto.

«Siamo al lavoro per un’Europa più forte, in cui popoli, territori, culture e lingue diverse trovino spazi veri di rappresentanza, in cui l’azione politica metta davvero ai primi posti i temi dell’ambiente, del lavoro e della sostenibilità – spiega il capogruppo del Patto per l’Autonomia in Consiglio regionale, Massimo Moretuzzo –. L’autonomia delle regioni e dei territori oggi ha un significato ancora più ampio in una prospettiva fortemente europea».

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!