“La Regione promuova una rete di aiuto psicologico”

6 Aprile 2020

UDINE. La Regione istituisca e supporti una rete di aiuto psicologico. La sollecitano i consiglieri del Patto per l’Autonomia, Massimo Moretuzzo e Giampaolo Bidoli, in un ordine del giorno depositato lunedì 30 marzo e accolto dalla Giunta regionale, che impegna l’esecutivo a individuare gli strumenti per creare una rete tra le varie iniziative di supporto psicologico attive sul territorio sia da parte di professionisti privati sia da parte di associazioni anche in collaborazione con il Ssr, e per sostenerla economicamente tanto nella fase emergenziale acuta attuale quanto nella fase successiva.

«Le misure restrittive individuate per limitare quanto più possibile il contagio da Covid-19 passano per il distanziamento sociale che (come evidenziano numerosi studi) può avere effetti psicologici profondi e duraturi, soprattutto sulle fasce di popolazione già fragili, su quanti hanno subito un lutto o vivono momenti di difficoltà economica determinata dall’incertezza lavorativa – osservano Bidoli e Moretuzzo –. La fine della fase acuta dell’emergenza non dovrà e non potrà essere letta come un superamento totale di queste situazioni di criticità, anzi. È bene allora attrezzarci ora per affrontare le implicazioni psicologiche connesse alla pandemia fornendo una risposta efficace e coordinata anche nel lungo periodo».

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!