La pioggia non ha fermato l’Incendio del mare a Lignano

17 Agosto 2015

LIGNANO. “Si fanno i fuochi?” è stata questa la domanda più ricorrente al telefono, via sms, via e-mail, via WhatsApp per tutto il pomeriggio e la sera di ieri a Lignano Pineta. Le condizioni meteo non erano sicuramente le migliori, ma il comandante di lungo corso Pompilio Paganini da Marina Uno, consultando diversi siti meteo e con l’esperienza del “lupo di mare” rassicurava tutti, confermando la presenza di una finestra di assenza di pioggia per poter dare il via allo spettacolo pirotecnico. Anche Ciro Manfredonia, teso per tutta la preparazione dei fuochi fatta dalla mattina anche sotto la pioggia insieme ai “fuochini” della secolare Iannotta Fireworks di Caserta, era fiducioso.

Incendio del Mare 16_08_2015E così è stato anche se con una partenza un po’ ritardata per via dell’acqua presa da una centralina che attiva lo sparo dei fuochi di una delle zattere posizionate davanti a piazza D’Olivo, ma poi L’Incendio del Mare è letteralmente decollato. Tante le persone, che nonostante il brutto tempo, hanno voluto seguire la manifestazione dalla passeggiata sopraelevata di Pineta, dal piazzale Marcello D’Olivo e dalla spiaggia. I “ventagli dorati” con le fontane dorate da sfondo, “lo sbarco dei marines” quest’anno in veste rossa con il contraltare del pontile tutto illuminato di rosso, “la nuvola d’argento” con spunti tricolori, che si sono aggiunti ai tradizionali “fantasmini”, ai “fuochi-paracadute”, all’effetto “guerriglia” con i fuochi sparati in acqua e che dall’acqua ripartono e il riverbero dei mille colori dei fuochi sull’acqua davanti al Pontile a Mare e a Piazza Marcello D’Olivo hanno incantato gli affezionati ospiti di Lignano Pineta.

Il coreografo di origine napoletana Ciro Manfredonia e gestore del bar La Pagoda sul Pontile a Mare, ha voluto rendere omaggio all’amico e già presidente della società Lignano Pineta Renzo Ardito dedicandogli una scritta luminosa sul Pontile a Mare “Ciao Renzo”. L’Incendio del Mare Manfredonia ed Ardito lo avevano ideato assieme nel 1995. Il successo dell’iniziativa si è ripetuto anche quest’anno anche grazie alle 200 aziende che insieme alla società Lignano Pineta lo hanno reso possibile.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!