La ‘ecofiliale’ di Banca Ter aperta a Corno di Rosazzo

16 Agosto 2021

CORNO DI ROSAZZO. Sostenibilità e attenzione al territorio sono le parole d’ordine della nuova ecofiliale di BancaTer Credito Cooperativo Fvg a Corno di Rosazzo, inaugurata di recente. «La struttura si candida a diventare punto di riferimento per le aziende dei settori vitivinicolo e turistico/ricettivo del territorio e ha un volto nuovo nell’organizzazione innovativa degli spazi e nei servizi offerti», ha spiegato il presidente di BancaTer Luca Occhialini. Un’attenzione particolare è stata riservata alla progettazione al fine di rendere la nuova filiale «in linea con i più elevati standard di sostenibilità ambientale dando continuità al percorso già intrapreso in tal senso dal nostro istituto con altre iniziative».

La filiale di Corno di Rosazzo, diretta da Marco Selenati, attiva da alcune settimane nella nuova sede di via Aquileia 66/3, in località Quattroventi, nel cuore dei Colli Orientali del Friuli e del Collio, è stata strutturata per dare un supporto specifico alle aziende vitivinicole e ricettive. Un gestore dedicato fornisce loro un servizio finanziario e consulenziale “su misura”, assistendole nella scelta dei supporti finanziari, anche garantiti da interventi agevolativi della Regione, per sostenere gli investimenti aziendali. In un’ottica di promozione del territorio, in uno spazio della caffetteria-gelateria che si trova in un’area collegata alla filiale stessa, è esposta una selezione di vini locali prodotti con una forte attenzione al rispetto dell’ambiente.

Da sinistra, Stefano Zannier, Daniele Moschioni e Luca Occhialini

Lo stesso riguardo è stato prestato nella nuova ecofiliale di BancaTer con l’installazione di un impianto fotovoltaico e di una pompa di calore, l’utilizzo di materiali di recupero, legni naturali e plastica riciclata e di arredi ricavati dalla pressatura di semi di caffè, fieno naturale e bacche di vaniglia. All’esterno la presenza di colonnine per la ricarica di veicoli elettrici (auto e bici) conferma la «doverosa attenzione dell’istituto alle tematiche ambientali, in attuazione di Agenda 2030», favorendo, nello specifico, la transizione verso una mobilità sostenibile e dando impulso al turismo lento e green in un territorio ad esso naturalmente vocato.

Spazi che pongono al centro la vivibilità e il comfort, un’area informazioni e assistenza, uno spazio self h 24 dotato di ATM evoluto per compiere operazioni di versamento, prelevamento e pagamento, caratterizzano l’ecofiliale di Corno di Rosazzo, una delle pochissime in regione a ospitare al suo interno una caffetteria/gelateria diventando, in tal modo, un luogo della socialità che mette il cliente al centro, offrendogli la possibilità di condividere nuovi spazi secondo modalità di accoglienza insolite per un istituto di credito.

Un impegno che le è stato riconosciuto anche dall’Assessore regionale alle risorse agroalimentari, forestali, ittiche e montagna Stefano Zannier, intervenuto all’inaugurazione della filiale. Nell’anno nero della pandemia, «il supporto del sistema bancario ha portato beneficio all’intero comparto agroalimentare, è stato una vera boccata di ossigeno», ha commentato Zannier, evidenziando come «i soggetti creditizi con i quali la Regione ha potuto tessere una relazione più efficace, a favore delle imprese della filiera, sono quelli che, come BancaTer, hanno mantenuto forti radici sul territorio e sono stati capaci di mettere in campo una serie di interventi puntuali e incisivi a supporto dell’economia reale locale», perseguendo, in tal modo, quella che è la vera missione del credito cooperativo le cui ricadute positive per la comunità sono state evidenziate anche dal sindaco di Corno di Rosazzo Daniele Moschioni. «Essere una banca di comunità significa farsi carico delle necessità del territorio e lavorare per incidere concretamente nella vita delle famiglie e delle imprese, stimolando la crescita responsabile e la coesione del tessuto economico e sociale», ha sottolineato il primo cittadino.

Con l’inaugurazione della filiale di Corno di Rosazzo – alla quale erano presenti, tra gli altri, il presidente del Consorzio tutela della Doc Friuli “Colli Orientali” e “Ramandolo”, Paolo Valle; il presidente del Consorzio tutela vini Collio, David Buzzinelli; il presidente del Comitato Fiera dei vini dei Colli Orientali del Friuli, Ariedo Gigante –, BancaTer prosegue nel suo percorso di radicamento sul territorio, che si concretizza in una ulteriore copertura al servizio, a favore dei propri soci e clienti, e della collettività, continuando a perseguire obiettivi di utilità sociale piuttosto che di mero profitto.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!