La collaborazione sta alla base del volontariato

13 Gennaio 2015

VILLA SANTINA. Una volta fare volontariato significava fare quello che si poteva, al giorno d’oggi è importante capire quello di cui l’altro ha bisogno… A volte volontariato significa passare delle ore con i giovani a trasmettere loro quello che nella vita dovranno essere, quindi i volontari in primis necessitano di sapere cosa dare”. Con queste parole il sindaco di Villa Santina Romano Polonia ha dato il benvenuto al gruppo presente sabato al percorso di formazione “Le abilità nel volontariato”, organizzato dall’Associazione Vitae onlus con il contributo della Regione e del Centro Servizi Volontariato, patrocinato dal Club Unesco di Udine in collaborazione con le associazioni Il mondo che vogliamo onlus, Educare ad essere e L’Onda Nuova.

_DSC0031Il tema dell’incontro è stato la collaborazione: un’abilità fondamentale per creare e far crescere nel tempo un gruppo d’appartenenza e un progetto di volontariato. La collaborazione è stata studiata come abilità di relazione: come concepire e comunicare il fine comune, come assumere ruoli, prendere accordi, coordinare le attività e realizzare gli obiettivi prefissati. I corsisti hanno apprezzato sia la lezione, sia gli esercizi di comunicazione che hanno permesso di allenare le loro capacità. I risultati conquistati? Maggiore chiarezza dei fini nel volontariato, incremento delle capacità di collaborare con gli altri, nuove motivazioni a costruire insieme e sviluppare una vera sinergia tra associazioni. Il percorso formativo proseguirà sabato 24 gennaio a Faedis, nella sede dell’Associazione Vitae onlus e avrà come tema “L’abilità di trasformare i problemi in progetti”.

Per informazioni e iscrizioni contattare la segreteria dell’Associazione, tel. 0432 713319, e-mail info@vitaeonlus.it.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!