La borgata di Campone è spesso isolata: interrogazione

10 Maggio 2021

TRIESTE. Borgata isolata e cittadini esasperati. Lo scorso mese di dicembre, per effetto del maltempo, la ex strada provinciale 57 che collega Tramonti di Sotto alla frazione di Campone è stata chiusa al transito per quasi due mesi; tra febbraio e marzo di quest’anno, l’arteria è stata messa in sicurezza attraverso la sistemazione di un ponte danneggiato, per poi essere nuovamente chiusa a causa di una frana che, l’1 maggio, ha invaso quasi completamente la carreggiata. Visti i forti disagi periodici, i consiglieri regionali del Patto per l’Autonomia, Giampaolo Bidoli e Massimo Moretuzzo, interrogano la Giunta regionale per sapere quali misure si intendano adottare nel breve periodo per scongiurare il ripetersi di tali situazioni in futuro.

«Ogni qual volta la strada viene interdetta al traffico, i residenti della borgata (circa una trentina di persone), i proprietari delle seconde case (molti dei quali rientrano frequentemente a fine settimana e in altri periodi festivi), nonché i tanti turisti che usano quei luoghi come base di appoggio per l’escursionismo, si trovano costretti a percorrere la strada alternativa, detta della Forchia di Meduno, che in alcuni punti è molto stretta e pericolosa e difficilmente percorribile nei periodi invernali», spiega Bidoli. Una situazione esasperante per i cittadini che «attendono risposte da chi ha la responsabilità di mantenere la sicurezza e la vivibilità del territorio regionale, soprattutto nelle aree interne, attraverso il contenimento del dissesto idrogeologico».

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!