Jazz natalizio

3 Dicembre 2011

Per il “Natale in città” del Comune di Pordenone domenica 4 dicembre alle 17 in piazza XX Settembre si esibisce la Blue night jazz orchestra diretta dal maestro Didier Ortolan. La formazione bellunese è composta da una ventina di elementi con il classico organico della big band americana: trombe, tromboni, saxofoni, sezione ritmica e vocalist. Caratterizzata in maniera innovativa dal repertorio che associa la sonorità e la forza tipica della big band allo stile moderno e alla notorietà dei brani proposti, spaziando tra swing, latin, soul e funk, l’ensemble alterna esecuzioni strumentali a brani finemente arrangiati per voce. La formazione individuale dei musicisti è avvenuta presso scuole di jazz e conservatori; le esperienze svolte in varie band ed ensemble hanno contribuito alla successiva maturazione artistica. Per l’occasione “guest star” sarà il cantante Marcello Calogero, in arte Marcè: nato nel cantautorato italiano è passato attraverso diverse esperienze musicali e discografiche sia individuali che di gruppo sperimentando nel tempo vari stili musicali, dal Pop al Rock al Rythm’n’Blues, fino ad approdare più recentemente ed in modo più stabile allo swingjazz, approfondendo in particolare il repertorio di Michael Bublè e rivisitando alcuni intramontabili standard di Frank Sinatra. Repertorio che proporrà in piazza assieme ad altre hits come “Me & Mrs Jones”, “For once in my life”, “The Summer Wind” e “Moondance”.

Alle 20.30 nella parrocchia di S.Uderico a Villanova il Coro San Marco, per il Natale in Città presenta un concerto natalizio. Il Coro e l’Ensemble dell’Orchestra, diretti dal Maestro Roberto Spremulli, offriranno un programma di musica sacra scelto tra un ampio repertorio, che spazia dalle suggestive, antiche melodie del tardo Cinquecento, al trionfo del Barocco, con pagine di Haendel, Benedetto Marcello, Vivaldi, fino ai fasti di Mozart e Rossini, per finire, attraverso l’Ottocento di Liszt e Franck, con una selezione di brani contemporanei e carols natalizie di autori italiani e stranieri. L’ingresso libero.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!