Itabus da giugno collegherà il Fvg con Milano e con Napoli

26 Aprile 2022

Itabus, società privata di trasporto su gomma a lunga percorrenza, da giugno arriverà anche in Friuli-Venezia Giulia. In regione saranno servite le città di Trieste, Gorizia e Udine.

Saranno ben 8 i servizi giornalieri per Trieste: 6 da/per Milano e 2 verso Sud con Roma e Napoli. Lungo la tratta per Milano, il primo Itabus partirà alle 6 per essere a Milano alle 14, ci sarà poi una partenza alle 11 (arrivo nel capoluogo lombardo alle 19) e un’altra alle 16 (arrivo alle 23:15). Da Milano verso Trieste invece ci sarà un bus alle 7:45 che raggiungerà la città portuale alle 15, un altro alle 10:10 con arrivo alle 18:10 e l’ultimo alle 15:10 per essere a Trieste alle 23:10. Tra le altre destinazioni, Itabus collegherà Trieste agli aeroporti di Venezia e di Orio al Serio: Fra Trieste e Milano, Itabus effettuerà infatti le fermate intermedie di Venezia Aeroporto, Venezia Tronchetto, Mestre, Padova, Verona, Brescia e Orio Al Serio.

Ci sono poi i 2 collegamenti al giorno che avvicinano il Friuli al centro-sud: passando per Trieste, Gorizia, Udine, Treviso, Mestre, Roma, Caserta e Napoli. Si parte alle 21:25 da Trieste, alle 22:15 da Gorizia e alle 23:05 da Udine per arrivare alle 7:25 a Roma e alle 10:35 a Napoli. Da Sud verso Nord invece c’è un bus alle 20:10 da Napoli (alle 23:25 da Roma) che raggiunge Udine alle 7:44, Gorizia alle 8:34 e Trieste alle 9:25 del mattino, dando modo di ottimizzare il tempo di viaggio sfruttando le ore notturne.

Francesco Fiore

Un nuovo servizio, quello di Itabus, che mette a disposizione una flotta di pullman di ultimissima generazione (prodotti da Man), ricchi di comfort e servizi (toilette, distributori di snack e bevande, wi-fi 4-5G gratuito su tutti i mezzi grazie alla partnership con Tim) e dall’anima green: grazie all’accordo con Eni tutti i mezzi sono alimentati con il carburante Eni diesel+, gasolio premium che riduce le emissioni di CO2 rispetto ai carburanti tradizionali. Itabus inoltre dispone di una sala operativa che monitora lo stato dei bus h24, 7 giorni su 7, sistemi di sicurezza all’avanguardia e doppio conducente sulla maggior parte dei tragitti.

“Servire una regione come il Friuli era nei nostri piani da diverso tempo. A meno di un anno dall’avvio del servizio siamo riusciti a centrare quest’obiettivo. La regione ha delle grandi potenzialità e una forte domanda di trasporto. Città come Trieste, Gorizia ed Udine hanno un valore strategico per noi e siamo convinti che i cittadini risponderanno nel migliore dei modi al nostro arrivo” commenta Francesco Fiore, Amministratore Delegato di Itabus.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!