Intervento di Friulia per la crescita di Fonderia Sabi

26 Marzo 2021

TRIESTE / PORDENONE. Favorire la razionalizzazione del Gruppo, supportare il rafforzamento patrimoniale continuando a investire su tecnologia e impianti per la crescita dei ricavi e migliorare ulteriormente il servizio al cliente in una logica di efficienza. Sono queste le tre linee di intervento che intende realizzare Fonderia Sabi, azienda storica attiva nella produzione di fusioni di ghisa con sede a Roveredo in Piano. L’azienda ha deciso di farsi supportare da Friulia nella predisposizione e nel finanziamento dell’ambizioso piano industriale che prevede un forte sviluppo nei prossimi tre anni.

In questo contesto si colloca l’aumento di capitale di circa 1,5 milioni di euro di Friulia in Fonderia Sabi – che permetterà all’azienda di raggiungere una maggiore solidità patrimoniale – in aggiunta a quello effettuato dai soci storici. Nell’ambito della semplificazione societaria, Friulia ha inoltre conferito direttamente a Fonderia Sabi le quote precedentemente detenute in Mec System (società di Sabi Group), continuando una partnership nata ormai 6 anni fa. L’operazione ha tra l’altro consentito l’ingresso nella compagine sociale dell’Amministratore Delegato Mauro Giacomin e la conferma della fiducia al Presidente Fabio Sacilotto, entrambi professionisti di consolidata esperienza nel settore.

Oggi il Gruppo è composto da 3 società che svolgono attività diverse ma sinergiche, tutte con solide radici in Friuli Venezia Giulia. Oltre a Fonderia Sabi, c’è Mec System – con sede a San Quirino – esegue le lavorazioni meccaniche (fresature e torniture) sui componenti prodotti dalla fonderia e per conto terzi e poi Laf – con sede a Polcenigo – società che produce le “anime” (gli stampi interni) per le fusioni ed esegue la sbavatura e verniciatura dei getti di ghisa in esclusiva per Sabi. Il Business Plan, realizzato con Friulia, prevede annualmente 900 mila euro di investimenti di mantenimento dell’assetto produttivo nel triennio 2021-2023 e l’acquisto di una nuova sabbiatrice per 1,4 milioni di euro che garantirà una maggiore qualità produttiva.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!