Incrocio di favole

14 Dicembre 2011

Al centro dello spettacolo “Favole Gemelle”, che la Scuola sperimentale mette in scena nella scuola elementare De Amicis per il Natale in Città del Comune di Pordenone giovedì 15 dicembre, c’è un originale intreccio da due favole, una africana e l’altra friulana, “Un modo – secondo il regista Ferruccio Merisi – per rinforzare soluzioni e valori, sogni e speranze, saggezze e azzardi, dando alla maschera di Pulcinella lo stregone-burattino del buon senso e della simpatia, il compito di trarne la morale finale.” Il tema comune delle due favole, scelte da Assetou Billa Nonkane e Dino Tomé, è il rapporto con la magia e il soprannaturale. Il lavoro sulle due culture, quella friulana e quella africana, è stato fatto con precisione e rispetto, sia a livello vocale che al livello del movimento e dell’espressione fisica, presentando le due culture per quello che sono: profondamente diverse e lontane, ma vissute da uomini che possono avere bisogni ed esigenze simili. Interprete è Lucia Zaghet, che proprio con questo spettacolo raggiunge la sua maturità di attrice, a suo agio nella difficile sfida di coniugare i movimenti del corpo e quelli della voce secondo i diversi modelli di comportamento richiamati dalle favole in questione. Ne risulta uno spettacolo chiaro e insieme misterioso e affascinante, rivolto a tutte le età e a tutte le culture.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!