Inaugurato il nuovo borgo dei servizi a Maniago

5 Febbraio 2016

partner progetto 2MANIAGO – Un’iniziativa che ha già destato interesse in Toscana, Liguria e Istria croata, dove vorrebbero esportare questo progetto unitario tra le cooperative dell’area montana della provincia di Pordenone: si tratta dell’iniziativa IntegraCoop, che oggi 1° febbraio ha visto l’inaugurazione a Maniago, in via Unità d’Italia vicino all’ospedale, del Borgo dei Servizi, sportello che impiegando due persone diversamente abili mette a disposizione del territorio tutte le offerte delle 29 cooperative aderenti al progetto nel settore del welfare (dalle badanti alle baby sitter, dal giardinaggio alle manutenzioni passando per i trasporti) per poi allargare il proprio raggio d’azione anche nella promozione turistica, della green economy e agricoltura sociale.

Sono stati anche presentati il nuovo sito www.borgodeiservizi.it e il numero verde 800993232 a servizio dei cittadini. IntegraCoop è un progetto realizzato da Confcooperative Pordenone con la collaborazione del Consorzio di cooperative sociali Leonardo, della Cooperativa sociale Acli (che gestisce lo sportello) e della Provincia di Pordenone, godendo infatti del Fondo provinciale per l’occupazione dei disabili (Legge regionale 18/2005) Macro area B – Intervento G.

“Un’iniziativa – ha dichiarato il presidente di Confcooperative Pordenone Virgilio Maiorano – che parte dall’ascolto delle esigenze del territorio montano, che soffre spopolamento e chiusura delle attività economiche, per dare risposte le quali portino allo stesso tempo crescita e sviluppo attraverso percorsi formativi ed interventi che facilitino l’integrazione sociale e lavorativa”.

“La nostra iniziativa – ha aggiunto Luigi Piccoli presidente del Consorzio di cooperative sociali Leonardo – ha interessato reti sociali del Mugello in Toscana, nella parte a nord di Genova e nell’Istria croata, le quali vogliono riproporla anche nelle loro realtà”. “Lavorare in rete era l’unica direzione possibile per avere successo in questo progetto”, ha sottolineato Roberto Valusso presidente della Cooperativa sociale Acli, che ha poi lasciato la parola a Luca Ceolin il quale ha presentato il sito web e i servizi disponibili, tra i quali c’è anche la risposta all’esigenza manifestata dagli anziani di essere accompagnati non solo a visite mediche ma anche a momenti sociali e famigliari con il servizio di trasporto offerto dalle cooperative. Presente pure il direttore di Confcooperative Pordenone Marco Bagnariol che ha seguito la nascita del nuovo progetto.

“Un punto di partenza – ha dichiarato l’assessore della Provincia di Pordenone Elisa Coassin – dal quale implementare sempre nuovi servizi che continueremo a sostenere”. “In questo modo – ha detto Flavia Maraston del servizio integrato Co.mi.dis della Provincia di Pordenone – si dà una risposta nel cammino di valorizzazione delle persone diversamente abili presenti nell’area montana”. Presenti anche i sindaci del territorio. Per quello di Maniago Andrea Carli “questa iniziativa porta risposte in settori dove la domanda è forte ma il settore pubblico ha sempre meno risorse”, concetto condiviso anche dai colleghi di Pinzano al Tagliamento Debora Del Basso e di Tramonti di Sotto Giampaolo Bidoli, presenti anche nelle rispettive vesti di esponente di Montagna Leader (ai cui bandi di progetto le cooperative del Borgo dei Servizi potranno accedere) e di presidente dell’Ecomuseo Lis Aganis (interessato alla promozione turistica).

In questa prima fase, come detto, lo sportello del Borgo dei Servizi promuoverà offerte welfare: le famiglie che vi si recheranno potranno ricevere informazioni e contatti di cooperative che sul territorio montano offrono servizi di cura della persona (badanti, colf, baby sitter, prestazioni socio sanitarie), servizi di manutenzione del verde, servizi di cura degli spazi domestici (pulizie, traslochi, disinfestazioni, manutenzioni) e servizi ambientali. Le due persone diversamente abili che vi operano sono state individuate in collaborazione con l’amministrazione provinciale – Settore Politiche del lavoro – Servizio Co.mi.dis.

Il progetto IntegraCoop, che si avvale pure del sito web www.montagnacoop.it, punta però anche alla promozione dell’offerta dei servizi turistico – ricettivi del territorio (grazie a pacchetti di turismo ecologico e mobilità sostenibile negli alberghi diffusi e altre strutture ricettive gestite da cooperative), della green economy e dell’agricoltura sociale. Inoltre si punta alla nascita di nuove cooperative nella zona di azione, che comprende i Comuni di Andreis, Arba, Aviano, Barcis, Budoia, Caneva, Castelnovo del Friuli, Cavasso Nuovo, Cimolais, Claut, Clauzetto, Erto e Casso, Fanna, Frisanco, Maniago, Meduno, Montereale Valcellina, Pinzano al Tagliamento, Polcenigo, Sequals, Tramonti di Sopra, Tramonti di Sotto, Travesio, Vajont e Vito d’Asio. Già ora le citate 29 cooperative presenti vi operano con 49 unità locali.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!