Importante confronto sulla sanità martedì a Palmanova

20 Gennaio 2019

PALMANOVA. È prevista per martedì prossimo, 22 gennaio, a partire dalle 19 la discussione di un ordine del giorno, presentato da maggioranza e opposizione, dedicato alle “Prospettive della sede ospedaliera di Palmanova e futuro del suo Punto nascita”. Alla seduta straordinaria e aperta del Consiglio Comunale, nel Palazzo Municipale di piazza Grande 1, parteciperà anche il Vice Presidente della Giunta Regionale, Riccardo Riccardi. Assieme a lui anche i Commissari straordinari dell’Azienda Sanitaria Universitaria Giuliano Isontina, Antonio Poggiana, e dell’Azienda Sanitaria Universitaria Friuli Centrale, Giuseppe Tonutti. Sono stati invitati oltre 40 sindaci del territorio.

“Sarà un utilissimo momento di confronto e comprensione degli sviluppi futuri legati alla nuova riforma sanitaria. Nostro compito è valorizzare le eccellenze e le professionalità dell’Ospedale unico Palmanova-Latisana e svilupparne di nuove nell’abito della nuova Azienda Sanitaria udinese. Come Amministrazione Comunale abbiamo il compito di venire incontro alle esigenze del territorio e dei nostri cittadini che ci chiedono qualità e certezza nelle cure, sicurezza e servizi adeguati” così il Sindaco di Palmanova Francesco Martines.

Il Consiglio Comunale unito chiede alla Regione di mantenere alta l’attenzione sulla fase di riordino dell’organizzazione della rete ospedaliera che preveda per l’ospedale spoke di Palmanova-Latisana un’organizzazione interna strutturata per garantire l’attività programmata e urgente, aree ad alta integrazione ospedale-territorio dedicate alla gestione della cronicità/fragilità e dell’urgenza territoriale, collegamenti in rete fra loro e con l’hub in senso bidirezionale, con definizione di specifiche competenze e la loro qualificazione come punti riferimento per il territorio per i bisogni di assistenza di primo livello che con richiedano competenze o tecnologie presenti negli hub.

“Chiediamo che si confermi la dignità degli ospedali spoke e che i rapporti tra hub e spoke siano improntati alla massima trasparenza, definendo con precisione chi-fa-cosa. L’alta specializzazione rimanga agli hub mentre gli altri ospedali del territorio sappiano essere sempre più vicini ai cittadini”, conclude il Sindaco.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!