Impegno di Confcoop Pn a puntare sulle realtà montane

29 Dicembre 2018

AVIANO. Ultima riunione dell’anno solare per il consiglio provinciale di Confcooperative Pordenone, realtà che rappresenta 160 cooperative aderenti le quali insieme vantano oltre 50 mila soci. Caratteristica di questo mandato guidato dal presidente Luigi Piccoli sono i consigli itineranti in varie località del Friuli occidentale dove hanno sede la cooperative, per portare loro la vicinanza dell’associazione: per questo, a conclusione del 2018, è stato scelto il Piancavallo (località turistica del Comune di Aviano) e l’Hotel 1301 Inn gestito dalla cooperativa associata Piancavallo 1265.

“Una realtà cooperativa – ha commentato Piccoli – davvero all’avanguardia: riunisce diversi albergatori della zona che hanno unito sogni, obiettivi e impegno economico in questo hotel così moderno e funzionale per la località avianese, ottimo non solo per il turismo invernale ma anche per quello estivo. Pure nel settore turistico la cooperazione dà buone risposte a chi sa lavorare bene”.

Nell’occasione il consiglio ha rimarcato i dati positivi di metà mandato di Confcooperative Pordenone. Con oltre 500 milioni di euro di fatturato, le cooperative aderenti rappresentano più del 50% del valore della produzione complessiva delle cooperative associate a livello regionale. Una serie di realtà che garantiscono occupazione anche in anni di crisi economica, tanto da aumentare gli occupati (tra soci lavoratori e dipendenti) dalle 4.550 unità del 2013 alle 5.189 attuali.

“Numeri positivi – ha concluso Piccoli – ma che vanno confermati lavorando per il futuro: puntiamo a migliorarci ulteriormente, a partire dalle azioni a favore della montagna pordenonese, dove la cooperazione è una risposta sia per le zone ad alta vocazione turistica come il Piancavallo che, per la fornitura di servizi sociali essenziali, per le altre zone che invece soffrono a causa dello spopolamento. Uno dei nostri impegni per il 2019 sarà proprio questo, anche attraverso la formula delle cooperative di comunità”.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!