Impegno del Centrodestra per la rete ferroviaria a Latisana

16 Maggio 2022

TRIESTE. “È stato proprio il centrodestra ad ascoltare il territorio e a cercare un metodo che porti a una soluzione condivisa fra tutte le parti e, soprattutto, che rappresenti un’opportunità di sviluppo per il territorio. Prima ancora, è stato sempre il centrodestra (Lega) a portare all’attenzione del Consiglio Regionale il progetto, prima nell’apposita commissione dall’assessore competente Graziano Pizzimenti e poi con una mozione presentata dalla sottoscritta Consigliere Regionale e finalizzata a stimolare la Regione a promuovere il confronto fra Rfi, promotrice del progetto, e i territori interessati. Dispiace pertanto leggere, ancora una volta, strumentalizzazioni politiche su questo tema così importante da parte di M5S, anche in questo momento in cui è emersa l’individuazione di una procedura condivisa tra Rfi e l’Amministrazione comunale di Latisana e il territorio, sostenuta dalla Regione”.

Lo scrive in una nota il consigliere regionale della Lega, Maddalena Spagnolo, in merito alla posizione espressa dai consiglieri del M5S aggiungendo che “durante l’incontro tenutosi con l’assessore regionale competente, il Sindaco e l’amministrazione comunale di Latisana e i tecnici di Rfi, ho riscontrato un’attenzione e una disponibilità importante nell’ascolto delle tematiche presentate dall’amministrazione di Latisana, che ha portato alla costituzione di un tavolo fra i tecnici di Rfi e del Comune affiancati dai tecnici della Regione”.

“L’amministrazione comunale di centrodestra di Latisana, sostenuta dalla Regione, si era opposta alla variante così come proposta da Rfi. Il tracciato è certamente migliorabile senza avere un impatto negativo sul territorio e Rfi sembra aver recepito le considerazioni del Comune in merito alla variazione del tracciato esistente, così da mantenere anche la centralità della stazione ferroviaria che – conclude Spagnolo – è fondamentale per la città e anche strategica per il territorio e per le località balneari di Lignano e Bibione”.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!