Immigrazione e Covid: non si governa a colpi di slogan

25 Luglio 2020

UDINE. Dopo le notizie di casi di positività al Covid-19 all’ex caserma Cavarzerani di Udine e la preoccupazione crescente rispetto ai nuovi focolai legati a persone provenienti dall’Est Europa, il Gruppo Consiliare del Patto per l’Autonomia ha presentato un’interrogazione alla Giunta Fedriga per sapere quale strategia venga messa in campo per affrontare una situazione che sembra essere fuori controllo.

«Quanto si sta verificando alla Cavarzerani era prevedibile – afferma il capogruppo del Patto per l’Autonomia, Massimo Moretuzzo –. Il fenomeno dell’immigrazione non si governa a colpi di slogan, va gestito con responsabilità e senso della realtà. Che fine hanno fatto i forestali e i droni sui confini sbandierati da Fedriga come soluzione degli arrivi clandestini – chiede Moretuzzo –? Non si tratta di essere pro o contro l’accoglienza, si tratta di decidere se affrontare o meno in modo serio, al di là della semplice contingenza, una situazione che comunque investe il nostro territorio. In due anni di governo regionale, la Lega e il centrodestra non hanno messo in campo nessuna strategia operativa che non fosse quella degli slogan urlati contro il colpevole di turno e del taglio dei fondi destinati all’accoglienza.

La Giunta regionale deve cominciare a dare risposte concrete: com’è stato affrontato il tema delle quarantene delle persone rintracciate sul territorio del Friuli-Venezia Giulia? Si pensa davvero che, considerati i continui arrivi, la situazione sia affrontabile all’interno della Caserma Cavarzerani, con un numero di ospiti crescente e una condizione di inevitabile promiscuità e quindi di facile diffusione del contagio? Quali sono le forme di protezione attivate per il personale che è entrato in contatto con le persone appena arrivate? La Lega, in Regione e a Udine, ha messo la testa sotto la sabbia facendo finta che il problema non esistesse, andando avanti con frasi fatte e lamentandosi del destino cinico e baro che non gli ha permesso di mantenere le promesse di una campagna elettorale basata su un tema, quello dei migranti, che sta dimostrando tutta la sua complessità».

Condividi questo articolo!