Il via da Scrutto per il Gp Valli del Natisone di ciclismo

11 Settembre 2021

CIVIDALE. Ritorna domenica 12 settembre il Gran Premio Valli del Natisone, tradizionale evento sportivo organizzato dalla Ciclistica Forum Iulii e riservato alla categoria juniores della Federazione Ciclistica Italiana. Sono attesi oltre un centinaio di ciclisti da tutto il Nordest e dalla Slovenia.

L’attesa della partenza in una passata edizione

A sostenere la gara è sempre la Banca di Cividale SpA che proporrà il 18° Trofeo CiviBank da assegnare alla Società del vincitore. Ad affiancare l’organizzazione del patron Giovanni Cappanera sono pure intervenuti la Regione con Turismo Fvg e i comuni di Pulfero, San Leonardo e San Pietro al Natisone, mentre tutte le civiche amministrazioni delle Valli hanno concesso il loro patrocinio.

L’ottava edizione del Gran Premio presenta la novità della partenza, prevista alle 10, da San Leonardo in località Scrutto. Dopo circa 4 km si ritornerà al tradizionale percorso che prevede due circuiti, da ripetere più volte, che interessano i Comuni di Pulfero e di San Pietro al Natisone dove, dopo 131 km, di fronte al Municipio, è posto lo striscione d’arrivo, previsto intorno alle 13.15. Punto centrale della gara sarà lo strappo di Tarcetta, in Comune di Pulfero, il cui Gran premio della Montagna – ripetuto quattro volte – lascerà sicuramente il segno nelle gambe degli atleti.

Proprio a Tarcetta nel 2019 lo sloveno Fran Miholjevic riuscì a staccare i compagni di fuga e presentarsi solitario al traguardo di San Pietro. L’anno scorso invece la gara si concluse in volata: a prevalere fu il veneto Giovanni Longato, del team Libertas di Scorzè. Particolare è l’interesse per questa gara grazie al suo albo d’oro, che vede nel 2016 primeggiare il fenomeno sloveno odierno, Tadej Pogacar.

L’allestimento di questa manifestazione, in tempo ancora di Covid-19, ha comportato notevoli difficoltà, dovute alle regole e istruzioni operative imposte. E’ pertanto grande l’impegno messo in atto dalla Ciclistica Forum Iulii, supportata dal Gs Giro Ciclistico del Fvg, oltre che dal territorio e da chi ha a cuore il bene del ciclismo agonistico giovanile, propedeutico al professionismo.

C.S.

Condividi questo articolo!