Il tema è l’Europa

3 Aprile 2012

Può interessare tutti – dagli universitari ai più piccoli – il concorso Europa e giovani, che scade il 5 aprile. Lo ricorda l’Irse di Pordenone che propone 14 tracce riguardanti tesine, articoli, fumetti etc. “Cultura, gastronomia, eccellenze, eventi di attrazione ma anche percorsi originali per un turismo lento che crei circolo virtuoso di crescita rispettando l’ambiente. Su cosa punta il territorio in cui vivi per la sua promozione turistica? Documentati su una o più esperienze territoriali in regioni d’Europa e esprimi tue proposte”. È questa una delle tracce proposte agli Universitari e neolaureati nel Bando del Concorso internazionale. Premio Speciale di 600 euro della Provincia di Pordenone.

Il bando completo si trova al www.centroculturapordenone.it/irse o lo si può richiedere tel.0434 365326 irse@centroculturapordenone.it I lavori devono arrivare per posta entro il 5 aprile 2012 a IRSE-Via Concordia 7, 33170 Pordenone. Il concorso  è proposto dall’Istituto Regionale di Studi Europei del Friuli Venezia Giulia, con patrocini e sostegno della Regione, della Provincia e Comune di Pordenone, di Fondazione Crup, Banca Popolare FriulAdria Crédit Agricole, Banca di Credito Cooperativo Pordenonese, Finest; e coinvolgimento di Consorzio Universitario di Pordenone e Pordenonelegge.it

Come di consueto si tratta di una serie di quattordici tracce, su tematiche di attualità, graduate secondo l’età, divise tra Universitari (di tutte le facoltà anche giovani laureati, purché sotto i 27 anni), Medie Superiori di ogni tipo, Medie Inferiori e Elementari. Oltre a quella sulla promozione turistica, per gli Universitari vi è una scelta di altre otto tracce: dal bisogno di una Europa politica, alle sfide per uno sviluppo sostenibile delle città, al fundraising per la cultura, alle rivoluzioni nel Mediterraneo, al ruolo dei banchieri nella storia d’Europa, agli interrogativi su dove vanno i Balcani. C’è anche un premio speciale legato allo scrittore nigeriano Wole Soyinka. Recente protagonista a Pordenone del Festival Dedica. Impegnative e stuzzicanti sono anche le tracce proposte agli studenti delle Medie Superiori. Possono scegliere di parlare di spreco alimentare, oppure di cittadinanza italiana a coetanei di second generation, oppure delle regole di risparmio energetico proposte da Luca Mercalli nel libro Prepariamoci. Gli elaborati delle Medie Superiori non devono superare i 10.000 caratteri spazi inclusi. I piccoli di Medie Inferiori ed Elementari sono invitati a mettere a confronto il modo di festeggiare il compleanno con i compagni di classe con origini da altri Paesi, mescolando canzoni e ricette in molte lingue; possono inoltre trasformarsi in piccoli chimici e scoprire modi economici e sostenibili per la pulizia della casa.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!