“Il Sindaco Fontanini si attivi a supporto dei negozianti”

29 Aprile 2020

UDINE. La Comunità di Udine del Patto per l’Autonomia esprime piena solidarietà – si legge in un comunicato – agli imprenditori di Udine e ai loro dipendenti, già provati da anni di flessione economica e decadenza della città, subissati da spese fisse, obblighi burocratici e fiscali anche verso fornitori e proprietari degli immobili, subiscono ora l’incertezza del blocco delle attività per emergenza sanitaria. Ieri, con la presenza simbolica nelle loro attività a porte aperte e luci accese, hanno inviato un segnale alla classe politica statale, regionale e della città, ma anche ai consulenti chiamati a supportare le scelte dei politici. Si possono e si devono trovare le soluzioni per riprendere a lavorare con la dovuta sicurezza.

Diamo fiducia agli imprenditori e ai cittadini – si legge ancora – sulla loro capacità di adattarsi al nuovo corso post emergenza Covid-19, mettendo in atto autonomamente comportamenti virtuosi di protezione. Sollecitiamo il Comune a redigere un piano temporaneo per la ulteriore utilizzazione delle superfici pubbliche per aumentare o sfruttare la superficie a favore della attività commerciali. Agevolare l’accessibilità al centro storico con ulteriori piste ciclabili, incremento di minibus elettrici (anche aperti), estendendo la gratuità della sosta alle auto ibride ed elettriche di dimensioni contenute. Istituire un servizio di supporto preventivo per gli imprenditori del commercio e per i loro clienti a parziale sostituzione dell’attività di vigilanza. Avviare una iniziativa di promozione e consumo dei prodotti locali presso gli esercizi pubblici.

Apporre in luoghi nevralgici del centro città e di altri luoghi periferici di riferimento della città dei punti di informazione per la prevenzione del contagio nei locali pubblici e commerciali utilizzando una comunicazione amichevole e accogliente, magari in diverse lingue incluso il friulano. Chiediamo al Sindaco Fontanini e alla sua Giunta – conclude il comunicato – un grande sforzo di supporto agli imprenditori per il bene di tutta la città anche istituendo urgentemente un gruppo di lavoro dove far incontrare i vari portatori di interesse, mantenendo in primis una grande attenzione all’aspetto sanitario”.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!