Il Report di Donk, assistenza sanitaria a chi non ce l’ha

6 Aprile 2021

Stefano Bardari, presidente di Donk Hm

TRIESTE. L’accesso alle cure è un principio sancito dalla nostra Costituzione, ma attualmente disatteso per richiedenti asilo e fasce più fragili della popolazione ed è reso ancora più complicato a causa della pandemia da Covid-19. Anche per questo l’impegno da parte delle associazioni e degli enti che offrono assistenza sanitaria gratuita nella Provincia di Trieste è particolarmente prezioso per garantire la Salute Pubblica della comunità tutta. Questo è uno degli aspetti approfonditi da Donk Hm nel Report delle attività 2020 anticipato in forma riservata a volontari, collaboratori e donatori in attesa della tradizionale presentazione pubblica che avrà luogo in aprile insieme a Ics – Consorzio Italiano di Solidarietà e Caritas Trieste.

L’ASSOCIAZIONE
DonK Hm, o DonK Humanitarian Medicine, è una associazione di volontariato socio-sanitaria – indipendente e apartitica – che nasce a Napoli nel 2005 come Don Kisciotte ed è attiva a Trieste dal 2012 con l’obiettivo di garantire a ciascun individuo il diritto alla salute offrendo assistenza sanitaria gratuita a tutti coloro (italiani e stranieri) cui non è garantito l’accesso alle cure mediche. Il suo intervento permette di alleviare sensibilmente la pressione sui servizi territoriali d’emergenza (Pronto Soccorso) fornendo supporto medico ai più fragili, agli indigenti e ai richiedenti asilo.

Dalla sua fondazione DonK Hm ha già assistito più di 10.000 persone, provenienti da oltre 30 Paesi, fornendo circa 1.500 confezioni di farmaci all’anno. Attualmente è attiva a Trieste con oltre 40 volontari in 6 ambulatori e in supporto a 16 centri di assistenza, 5 giorni su 7; offre visite mediche a più di 40 pazienti ogni settimana nel corso delle quali i medici, gli infermieri e gli operatori sanitari volontari diventano “medici di base” per i loro pazienti prescrivendo trattamenti, consigliando pratiche efficaci di prevenzione primaria e fornendo consigli di sensibilizzazione ed educazione igienico–sanitaria. Offrono, inoltre, supporto telefonico 7 giorni su 7 per gli operatori delle associazioni di accoglienza in tutto il Friuli Venezia Giulia.

IL REPORT 2020
In particolare nel 2020 sono state 2.541 le visite offerte, quasi tutte a persone di sesso maschile e senza tessera sanitaria, con un incremento del 57% rispetto al 2019. La fascia d’età principale va dai 19 ai 40 anni con una notevole incidenza delle patologie dermatologiche (38,9%). Il supporto telefonico ha permesso di rispondere tra aprile e dicembre 2020 a 419 chiamate e dare supporto agli operatori delle strutture assistite e agli ospiti delle stesse, spesso anche persone che non riuscivano ad accedere alle cure di base, pur avendo la tessera sanitaria, a causa delle restrizioni date dalla pandemia.

L’ATTIVITÀ
Ogni giorno i volontari di DonK Hm garantiscono assistenza sanitaria gratuita con servizi di medicina di base e specialistica ai senza fissa dimora, richiedenti asilo, rifugiati e vittime della tortura; aiutano nell’orientamento delle persone assistite ai servizi del Sistema Sanitario Nazionale; monitorano l’applicazione del “diritto alla salute” così come previsto dalla Costituzione italiana; verificano lo stato di salute delle persone accolte in unità a elevata densità abitativa; sostengono attività di formazione degli operatori coinvolti nelle associazioni di accoglienza.

Tutto questo si è rivelato particolarmente utile nel corso della pandemia con l’aumento consistente di migranti dalla Rotta balcanica che non potevano essere spostati in tempi rapidi per via della quarantena. L’attività di monitoraggio e supporto a senza tetto e rifugiati ha permesso di mettere in sicurezza la popolazione residente estendendo l’attività prevista del progetto integrandola con quella di prevenzione e condivisione dei protocolli sanitari diffusi dall’autorità regionale. Il valore aggiunto dell’associazione è la capacità di fare rete con i colleghi specialisti di differenti discipline per accompagnare il paziente nel percorso di assistenza sanitaria più adeguato.

L’attività è correlata con le istituzioni e le associazioni del territorio che si occupano di indigenti, accoglienza dei richiedenti asilo, minori non accompagnati e persone senza fissa dimora. In particolare con la Comunità di San Martino al Campo di Trieste, la Caritas di Trieste, l’associazione Ics e la Fondazione Luchetta Ota D’Angelo Hrovatin. Nel 2019, inoltre, viene stipulata con l’Azienda Sanitaria Universitaria Integrata di Trieste (ora Asugi) una convenzione gratuita per fornire una prima risposta efficace al bisogno di tutela della salute delle persone migranti e individuare una risposta sanitaria/assistenziale congrua alla presenza di richiedenti protezione internazionale sul territorio.

Le attività di assistenza sanitaria di DonK HM erogate dai volontari sono completamente gratuite per gli assistiti grazie al contributo di privati, aziende e fondazioni sensibili ai valori di uguaglianza, solidarietà e accoglienza che hanno deciso di condividerne i principi. I sostenitori principali sono Regione Fvg, Beneficentia Stiftung, Fondazione CrTrieste, 8×1000 Chiesa Valdese, Fondazione Intesa San Paolo, Solidarietà Trieste onlus, Rotary Club Trieste Nord e Micro Focus Inspire. DonK Hm è inoltre presente con iniziative per promuovere una cultura di pace, solidarietà e rispetto dei diritti umani sia in Italia sia a livello internazionale con progetti in Albania, Algeria, Guatemala e Ciad.

Condividi questo articolo!