Il punto con E-Distribuzione sull’energia elettrica montana

6 Febbraio 2021

UDINE. Alcuni esponenti della Lega – il vicepresidente del Consiglio regionale Stefano Mazzolini, il capogruppo in Consiglio Mauro Bordin, il consigliere regionale Luca Boschetti e l’On. Aurelia Bubisutti – hanno incontrato i responsabili di E-Distribuzione per un confronto a tutto campo sugli investimenti e le attività programmate sul territorio regionale e in particolare nelle aree di montagna.

Nel corso dell’incontro, i rappresentanti di E-Distribuzione – riporta un comunicato – hanno illustrato quanto già realizzato sulla rete negli ultimi 3 anni dettagliando in particolare tempistiche e impegno finanziario, nonché gli ulteriori interventi in corso d’opera e quelli programmati per il periodo 2021-2023. Nel triennio 2018-2020, sono oltre 150 i km di linee elettriche di media tensione ricostruiti e/o potenziati di cui 108 in cavo interrato. Per il triennio 2021-2023, nell’ambito del progetto Resilienza, sono previsti ulteriori interventi su 210 km di rete mt, di cui 180 km in cavo interrato. Gli interventi realizzati e quelli futuri permetteranno di garantire un livello di qualità del servizio elettrico che è già tra i migliori d’Italia.

“Nella considerazione dei danni – hanno aggiunto gli esponenti della Lega – riteniamo quanto mai necessario che nella zona montana siano riconosciuti prioritari gli interventi di interramento delle attuali linee aeree e di doppia alimentazione dei paesi, in modo da garantire sempre un’alternativa in caso di guasto della linea di alimentazione primaria. Gli stessi vertici di E-Distribuzione hanno rilevato come un problema fondamentale da non sottovalutare e da affrontare congiuntamente con lo Stato e la Regione sia quello di ampliare la fascia di rispetto su cui poter intervenire per il taglio di piante prospicienti le linee aeree”.

L’onorevole Bubisutti ha spiegato come sia “stato garantito da parte di E-Distribuzione non sussistere alcun disimpegno su Tolmezzo, dove permarrà l’attuale presidio a servizio del territorio circostante”, evidenziando “come tale necessità di presidio sul territorio sia fondamentale per evitare problemi all’intera area della Carnia scongiurando così la perdita di contatto tra la comunità ed E-Distribuzione”.

Mazzolini e Boschetti invece si sono soffermati sul problema del taglio delle piante in prossimità delle linee aeree, rilevando come “a ogni evento climatico ci siano zone che restano isolate a causa della caduta degli alberi sulle linee, fuori dalle fasce di rispetto degli elettrodotti aerei, che causano gravi disagi alla popolazione” e suggerendo che “al tavolo, oltre allo Stato e alla Regione e a E-Distribuzione che si è mostrata disponibile, vengano chiamati anche altri Enti costretti ad affrontare le stesse criticità quali Anas, Fvg Strade e Telecom e naturalmente i Comuni stessi”. Mazzolini, in particolare, ha ribadito con forza “la necessità di interrare la linea per mettere in sicurezza il servizio e scongiurare potenziali disagi. I territori montani sono gli ambiti maggiormente esposti a disservizi legati a interruzioni di energia elettrica a causa del maltempo, anche prolungati per diverse ore. Abbiamo presentato a E-Distribuzione la necessità di interventi strutturali per la Comunità della montagna”.

Il capogruppo Bordin, insieme con l’on. Aurelia Bubisutti, ha ringraziato i vertici di E-Distribuzione “per gli importanti sforzi al fine di garantire un servizio efficace nel territorio regionale e per aver compreso l’importanza di investire sul territorio montano che per peculiarità e caratteristiche richiede sempre crescenti attenzioni”. In Friuli Venezia Giulia E-Distribuzione gestisce oltre 21.000 chilometri di rete elettrica, 47 cabine primarie e oltre 10.000 snodi secondari. Il tutto gestito e monitorato 7 giorni su 7 e 24 ore su 24 dal Centro Operativo di Udine.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!