Il pane del mezzadro torna dal passato (a Cucinare 2015)

15 Febbraio 2015
Il pane del mezzadro

Il pane del mezzadro

PORDENONE. Ci sará anche lo storico Panificio Cocetta di Valvasone all’edizione 2015 di Cucinare, la fiera culinaria di Pordenone. Lunedì 16 febbraio il forno valvasonese sarà protagonista nella grande Arena Arrex alle 14.45 del laboratorio che insegnerà a preparare il mezzadrino, versione per bambini del pane del Mezzadro che Sara Cocetta ha recuperato da un’antica ricetta di famiglia. Il laboratorio, pensato per bimbi e genitori, insegnerà a fare il pane in casa e segue i passi del progetto “Per i Sentieri del Pane” che coinvolge durante l’anno scolastico i bambini della scuola materna di Valvasone. Le farine sono fornite dal Molino di Pordenone, partner tecnico di Cucinare 2015. Ai bambini e genitori partecipanti verrà consegnata la ricetta e Il racconto di Chiccolino, che dal campo si trasforma in farina per fare il pane.

Il biscotto dei borghi

Il biscotto dei borghi

Come detto il pane del mezzadro, dall’impasto povero ma ricco di fibre (è a base di farina di segale) veniva commissionato oltre mezzo secolo fa ai nonni dei Cocetta. “Il suo segreto – spiega Sara Cocetta – è racchiuso nella lunga cottura a bassa temperatura, con la formazione di una crosta dura ma gustosa e ideale per mangiare il pane a lungo”. Non è il primo recupero di antichi sapori realizzato dal panificio valvasonese, che in maniera filologica sta riscoprendo e unendo, anche in nuove creazioni, i sapori friulani: un altro esempio è il biscotto dei Borghi.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!