Il Diacono per il benessere di studenti, famiglie e docenti

9 Dicembre 2019

CIVIDALE. Martedì 10 e martedì 17 dicembre, dalle 17.30 alle 19, il Convitto nazionale “Paolo Diacono” ospiterà, nell’aula magna del Foro Giulio Cesare a Cividale, gli ultimi due appuntamenti del ciclo di incontri dedicati alle famiglie degli alunni dei Licei, in cui si parlerà, assieme al personale qualificato, di dinamiche relazionali, di crescita degli adolescenti e del rapporto genitori-figli.

Gli appuntamenti si inseriscono nell’innovativo servizio di supporto psico-pedagogico “Per te, per me, per voi”, istituito dal Convitto per promuovere il benessere del mondo scuola attraverso una serie di incontri di formazione con professionisti del settore rivolti a docenti, educatori e famiglie. Gli incontri vertono su tematiche che riguardano le relazioni, le emozioni e le dinamiche di crescita e di sviluppo degli adolescenti, nella misura in cui interessano i diversi gradi di scuola. Nell’ambito del progetto sono stati avviati anche due sportelli d’ascolto, uno per i genitori e uno per studenti, partiti a novembre ed attivi fino ad aprile.

Il format di “Per te, per me, per voi” prevede 2-4 appuntamenti per ogni grado di scuola; il ciclo della primaria e della scuola media si è svolto a novembre, ora è in corso la fase rivolta ai Licei e in gennaio partiranno gli incontri di formazione per docenti ed educatori del primo e del secondo ciclo. Gli appuntamenti dell’intero progetto sono tenuti dalle dottoresse Marcegaglia e Comici.

Il Dirigente Scolastico del Convitto nazionale “Paolo Diacono”, dott. Luca Gervasutti, ha osservato: “Il servizio nasce con l’obiettivo di migliorare il benessere nella nostra istituzione scolastica. Si tratta, infatti, di un importante progetto innovativo con benefici per tutti i soggetti che ruotano attorno al mondo della scuola: dagli alunni, ai docenti, agli educatori, alle famiglie. – prosegue Gervasutti –. Abbiamo voluto offrire un servizio ad ogni grado di scuola per garantire a tutti gli allievi e alle loro famiglie la medesima opportunità”.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!