Il Centro Pollicino è ripartito C’è anche la Pet Therapy

20 Settembre 2021

CASARSA. Uno spazio di socializzazione pensato appositamente per i bambini dagli 0 ai 3 anni: è il Centro Gioco Pollicino, che trova spazio nella palestra gestita dall’Aps Asd Attivamente de Laluna di San Giovanni di Casarsa e nel giardino di fronte agli spazi di OrtoAttivo. Dopo lo stop causato dalla pandemia, con settembre e nel rispetto di tutte le disposizioni vigenti, sono ripartiti gli incontri, ogni lunedì e mercoledì pomeriggio, destinati a far socializzare tra loro i piccolissimi, in particolare quelli che non frequentano ancora l’asilo nido. I bimbi, accompagnati da un adulto, hanno la possibilità di giocare insieme e addirittura, una volta al mese, partecipare all’attività di Pet Therapy con gli asinelli di Ortoattivo, progetto de Laluna.

“Dopo oltre 20 anni d’ininterrotta attività – ha spiegato la referente Nadia Casonato – il Centro Gioco Pollicino lo scorso anno ha dovuto arrestarsi a causa della pandemia, ma con settembre abbiamo scelto di ripartire e già stiamo accogliendo i primi bambini. Si tratta di un’esperienza positiva, pensata in modo particolare per i piccoli che non hanno occasione di frequentare il nido d’infanzia: il Centro Gioco Pollicino offre loro quella possibilità di socializzazione e di confronto con altri coetanei che, altrimenti, sarebbe per loro difficile. Si tratta poi di un momento importante di incontro anche per i genitori, che così possono conoscersi tra di loro, stringere amicizie e fare vita di comunità”.

“Dopo il triste periodo che la pandemia ci ha imposto – ha concluso Casonato -, l’occasione che il Pollicino offre diventa ancora più preziosa. Ringraziamo l’associazione Laluna che ci accoglie ed è così sensibile nei confronti delle famiglie, in particolare il nostro grazie va anche per la positiva collaborazione da poco avviata con il progetto di Pet Therapy di OrtoAttivo: mensilmente, i piccoli frequentanti il centro Pollicino trascorrono un pomeriggio con gli asinelli, seguiti e guidati dalla coadiutrice dell’asino Alice Spagnol”.

Condividi questo articolo!