Il bunker di via Pracchiuso sarà in parte conservato

29 Maggio 2019

UDINE. Era il rifugio antiaereo dell’ospedale militare di Udine: costruito nel 1938, composto da 5 locali sotterranei che potevano ospitare fino a 200 persone, era munito di energia elettrica e di collegamento telefonico. Il bunker di via Pracchiuso è rimasto interrato, dimenticato e coperto di erbacce fino ad oggi: non sarà eliminato completamente, come era previsto nel primo progetto di riqualificazione, ma sarà in parte preservato per essere accessibile e visitabile all’interno di quella che diventerà la nuova area verde del borgo aperta al pubblico. Ciò grazie all’amministrazione comunale, agli appelli della stampa locale e anche di Mauro Martini, titolare dell’impresa che sta realizzando i lavori e appassionato di storia. È stato proprio lui a guidare la visita al cantiere di via Pracchiuso e in particolare alla porzione di bunker perfettamente conservato che sarà preservato, circa una stanza e mezza con due accessi verso l’esterno.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!