Iacop: conclusa missione istituzionale in Argentina

17 Novembre 2016

20161112_santa-fe_carlos-faccendini_franco-iacop TRIESTE – A conclusine della missione istituzionale in Argentina, il presidente del Consiglio regionale del FVG Franco Iacop ha incontrato, a Buenos Aires, l’ambasciatore italiano Teresa Castaldo, alla quale ha riferito di come questo viaggio si inserisca tra le attività volte a trasferire conoscenze sui modelli utilizzati in Friuli Venezia Giulia per dare sostenibilità alle piccole imprese agricole che, con la dimensione attuale, non sono in grado di generare reddito sufficiente per le famiglie, eredi di piccoli produttori di origine friulana emigrati a fine Ottocento.

L’accordo sottoscritto nei giorni scorsi ad Avellaneda con il presidente del Senato di Santa Fe, ha aggiunto Iacop, ci consentirà di istituzionalizzare il rapporto di collaborazione che lega la Regione Friuli Venezia Giulia con quel territorio. Rapporto che nel recente passato ha consentito di concretizzare alcuni progetti già avviati e portati a compimento fin dal 2015, che riguardano la progettazione esecutiva di impianti di irrigazione con captazione dell’acqua dal fiume Paranà, l’avvio di una raccolta differenziata dei rifiuti urbani e uno, in fase di chiusura, sul “valor agregado” per i piccoli produttori agricoli.

Siamo in un fase particolarmente positiva per le relazioni bilaterali Italia-Argentina, ha sottolineato l’ambasciatore Castaldo, grazie una serie di visite e incontri istituzionali e di carattere economico, scientifico, culturale e turistico che si sono tenuti negli ultimi mesi e che hanno visto la partecipazione di numerosi imprenditori, rappresentanti di istituzioni finanziarie, creditizie, università, enti di cooperazione scientifica, di promozione della cultura e del turismo italiano. Nel corso della permanenza in Argentina, il presidente Iacop ha anche incontrato il deputato Christian Bauab nella sede della Legislatura della città di Buenos Aires ed è stato ospite di diversi circoli di corregionali, con i quali ha avuto modo di parlare della loro terra d’origine.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!