I Vignaioli indipendenti si fanno conoscere a Pordenone

5 Aprile 2018

PORDENONE. Sabato 7 aprile la FIVI FVG – in collaborazione con l’associazione culturale Arci Hybrida – porta al Chiostro di San Francesco di Pordenone il 3° Mercato regionale, forti dell’esperienza maturata dalla Federazione Italiana Vignaioli Indipendenti nel mercato nazionale – che si tiene a Piacenza ogni anno. La natura itinerante del mercato – il primo anno a Udine, il secondo a Trieste, quest’anno a Pordenone – genera scambi e relazioni con produttori di cibo e servizi della zona, favorendo un turismo sostenibile che permette di godere di una cucina sana e consapevole. La FIVI promuove e tutela il mestiere del vignaiolo, raggruppa uomini e donne che curano personalmente l’intero ciclo di produzione, coltivando le proprie vigne, producendo il proprio vino e imbottigliandolo sotto la propria responsabilità, e in Friuli le aziende associate sono 40.

Il mercato si svolgerà dalle 15 alle 21, accogliendo tutti coloro che hanno voglia di godere di un’esperienza di vita e non di un atto di consumo. L’ingresso è libero e chi volesse degustare i vini proposti direttamente dai produttori presenti potrà farlo acquistando il Calice Fivi (iscrizione e degustazione 20 euro). Caratteristica peculiare del Mercato sono le postazioni dei vignaioli, allestite utilizzando le botti prodotte da un artigiano locale (Mastro Bottaio Srl). Da questi inusuali tavoli, assaggiando i vini, si potranno così ascoltare storie, impegni e progetti futuri. L’area del mercato comprende un punto d’ascolto in cuffia per ascoltare le testimonianze raccolte nelle cinque puntate del radio documentario “Terreno Divino. Cura e vocazione di un territorio” di Renato Rinaldi e Andrea Collavino, prodotto con il sostegno di Radio3 Rai e Radio Onde Furlane.

A tutti i partecipanti, per accompagnare la degustazione, verrà offerto gratuitamente il Pane del Patto della farina del Friuli orientale, prodotto con farine di alta qualità, ottenuti con metodi sostenibili e prezzi corretti (Panificio Iordan). Una attenzione particolare è rivolta ai bambini grazie all’allestimento di un’area, attrezzata con tappeti, libri, giochi, aperta dalle 15 alle 18. Ci saranno anche due laboratori gratuiti: ‘Spazio alle spezie’, per conoscere usi e benefici di spezie e erbe aromatiche attraverso la sperimentazione multisensoriale a cura di Rosa Anna Toppi (docente scuola infanzia e primaria) e Marisa Toppi (arte-terapeuta in formazione), e ‘Cucinando si impara, ingredienti naturali per piatti straordinari’, tenuto dallo chef e insegnante Claudio Petracco di Cucinarebio www.claudiopetracco.com.

Inoltre, i visitatori e gli appassionati che vorranno pernottare nelle strutture ricettive locali, utilizzando il portale del Consorzio Pordenone Turismo www.pordenoneturismo.com , avranno una riduzione sul costo della degustazione e un tour guidato omaggio per scoprire la città in un week-end da buongustai. Per info: www.fivi.it, www.facebook.com/fivifvg

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!