I nuovi restauratori

22 Maggio 2012

SPILIMBERGO. Giovedì 24 maggio alle 19, nella sede del CRAF – Centro di Ricerca e Archiviazione della Fotografia a Palazzo Tadea (Spilimbergo), si terrà una conferenza stampa per illustrare i risultati a conclusione del corso quinquennale organizzato dalla Scuola di restauro di Passariano della Regione, una delle poche istituzioni in Italia accreditate allo svolgimento di corsi per restauratori.

Dopo il saluto di Renzo Francesconi, Sindaco di Spilimbergo e Presidente del CRAF, interverranno Alessandro Giacomello, Direttore dei corsi di restauro e Walter Liva, Coordinatore del CRAF. L’incontro avrà come ospite Anne Cartier-Bresson, specialista di livello internazionale, direttrice dell’Atelier de restauration et de conservation des photographies de la ville de Paris nonché docente del corso di restauro, che sarà a disposizione dei presenti per curiosità e domande sul mondo della fotografia. Concluderà l’incontro Elio de Anna, Assessore regionale alla cultura, sport, relazioni internazionali e comunitarie.

Durante la conferenza stampa verranno illustrate le novità nel settore della formazione dei restauratori in Italia, evidenziando il loro riflesso sull’assetto dei corsi organizzati dall’amministrazione regionale nel settore dei beni librari e archivistici, dei manufatti cartacei e pergamenacei, del materiale fotografico, cinematografico e digitale. Le ultime attività didattiche del corso si sono svolte tra Spilimbergo, Gorizia e Villa Manin di Passariano. Tra gennaio e febbraio di quest’anno sono state tenute lezioni sul restauro delle pellicole cinematografiche e del materiale digitale organizzate presso i laboratori di cinema del DAMS di Gorizia con un’equipe di docenti dell’Università degli Studi di Udine. Il laboratorio di restauro fotografico, sotto la guida di Anne Cartier-Bresson, si è quindi sviluppato da aprile in avanti avvalendosi anche del contributo del CRAF: l’ente di Spilimbergo ha messo a disposizione la propria biblioteca specializzata, aule didattiche, strumentazione e soprattutto una vasta casistica di fotografie storiche, scelte tra l’importante raccolta del Centro in modo da illustrare l’evoluzione delle tecniche, le principali cause di degrado e gli accorgimenti per fronteggiarle.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!