I ciclisti delle autostrade

4 Maggio 2013

Mancano tre settimane al via del 34. Campionato italiano inter autostradale di ciclismo ‘Riviera degli Etruschi’, che vedrà confrontarsi per sei giorni sulle strade del litorale toscano gli atleti delle società concessionarie delle autostrade italiane. C’è attesa tra gli appassionati del pedale per questo oramai tradizionale appuntamento che trasferisce l’entusiasmo, scatenato proprio in quelle stesse giornate dal Giro ciclistico d’Italia, in un agonismo acceso, e sempre più tecnico. Ed è tale lo spirito che ha animato le più recenti edizioni dell’Interautostradale, svoltesi sulle strade della Puglia, dell’Isola d’Elba, o delle Marche. La sede prescelta quest’anno è San Vincenzo (LI), la località dalla quale si sviluppa la Tirreno Adriatico, e che proprio attorno al ciclismo ha valorizzato parte della propria attrattività turistica, rappresentata dalle bellezze del territorio circostante.

Il 34. Campionato Italiano Interautostradale, patrocinato dal Comune di San Vincenzo, con la collaborazione di Oro Vacanze-Italturist, del FIS Autovie Venete, di Arcadia Dopolavoro Autostrade Bologna, e del Velo Club San Vincenzo, si articolerà nell’ordine in una cicloturistica, per scaldare i muscoli in vista della cronometro a squadre: si disputeranno rispettivamente nella mattinata e nel pomeriggio di lunedì 20 maggio. La mattinata di martedì 21 maggio sarà dedicata al fuoristrada, con la prova di mountain bike e cross country. Mercoledì 22 maggio è in programma la prova su strada. Giovedì riposo, e venerdì 24 maggio l’ultima fatica: la cronometro individuale, che solitamente decide la classifica finale. Dal 2000 a oggi, ad aggiudicarsi il maggior numero di successi a squadre è stata la formazione dell’Autostrada Brennero: otto edizioni comprese le ultime sette. Seguita dall’Autostrada Brescia-Padova. Il maggior numero di successi nell’individuale è invece andato ad Autovie Venete. Nelle ultime quattro edizioni successo, e ci riferiamo alle prove su strada, nell’ordine di Smerieri (Brennero), Mattioli (Brescia-Padova), e nelle ultime due di Rubini (Autocamionale Cisa). Nella mountain bike, dopo cinque successi di Munari (Brescia-Padova), nel 2011 si è imposto Brotto (Autovie Venete) e lo scorso anno Antonucci (Arcadia Autostrada). Nel 2012, a Grottammare, nelle Marche, nella classifica su strada Rubini aveva preceduto il compagno di squadra Tonelli, dell’Autostrada della Cisa, bissando l’ordine d’arrivo dell’edizione precedente, all’Elba. Al terzo posto Mauro (Autovie Venete). Nella Mountain bike si era imposto Antonucci (Arcadia), su Munari (Brescia-Padova) e Tonelli. Nelle categorie per le prove su strada si erano imposti Minelli (Brennero), Rubini (Cisa), Mauro (Autovie), Morandini (Autovie), Tonelli (Cisa), Mattiello (Autovie), Piazza (BS-PD), Bacci (Arcadia), Mantoani (Autovie). Tra le società, dopo Brennero Autovie Venete e Brescia-Padova.

Il Campionato Italiano Interautostradale è riservato ai dipendenti autostradali in servizio effettivo o pensionati. La parte organizzativa è curata dal Velo Club San Vincenzo, con la collaborazione del FIS Autovie Venete e di Arcadia Dopolavoro Autostrade Bologna. Il Comitato organizzatore è presieduto da Luca Morandini, del FIS Autovie Venete. Base logistica e premiazioni al villaggio ‘Garden Club Toscana’, a San Vincenzo (LI).

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!