Gymnasium Nuoto con onore alla Treviso Swim Cup

3 Luglio 2018

PORDENONE. Ancora successi per la Gymnasium Friulovest banca. La squadra della categoria esordienti “A” assieme alla squadra degli assoluti hanno gareggiato al meeting Internazionale “Treviso Swim Cup”. In gara molti campioni internazionali, di spicco come il sudafricano, Campione Olimpico nei 200 delfino e detentore del record del mondo, Chad Le Clos e l’ungherese Laszlo Cseh, uno dei migliori nuotatori in ambito europeo, che ha vinto 23 medaglie ai Campionati europei di nuoto e 25 agli Europei in vasca corta, di cui un totale di 33 medaglie d’oro.

Valentina Tellan

I ragazzi Della Gymnasium hanno comunque dimostrato la loro competitività, migliorando quasi tutti il loro personale, conquistando molti podi e piazzamenti che gli hanno permesso di vincere la classifica a squadre di categoria esordienti e di chiudere al quinto posto in classifica totale su circa trenta club partecipanti.

Tra i giovani, allenati da Mirko Cecchin, continua a affermarsi Valentina Tellan, che vince i 400 misti, 100 delfino e 200 stile libero, seconda nei 200 delfino e 50 delfino. “Valentina, classe 2006 è una nuotatrice davvero completa​ – commenta Mirko Cecchin – allenarla è davvero stimolante, è traino per i suoi compagni. La sua passione e dedizione al nuoto però non la limita nella vita di tutti i giorni, riesce bene a scuola ed anche a ritagliarsi del tempo libero da dedicare ai suoi hobbies e agli amici. Quest’anno ha avuto un po’ di sfortuna non riuscendo a centrare la qualificazione al Trofeo delle Regioni, una sorta di Campionato Italiano riservato alla categoria Esordienti al quale si partecipa come rappresentativa regionale, ma sono sicuro che le soddisfazioni arriveranno. Basta avere pazienza, continuare a lavorare e credere in un obiettivo come lei sta facendo”.

Anche Marco Maset (2005), nonostante l’impegno degli esami di terza media con un anno in anticipo, non ha deluso le aspettative vincendo i 50 rana, 100 rana e 200 rana ottenendo anche, in queste due ultime distanze, il nuovo record della manifestazione. Chiara Lucchese (2006), anche lei ranista d’argento nei 100 e 200 rana e bronzo nei 50 sempre rana, Enrico Calderan (2005), bronzo nei 200 rana e Andrea Tanzi (2006) anche lui bronzo nei 200 dorso. In continua crescita, anche la delfinista Letizia Facca, Giada Zoggia, Frida Sartor e Rachele D’Este nella rana, Ginevra Cimarosti ed Alessia Bortolin nello stile libero, Rebecca Mazzocut e Zoe Rosso a dorso, Annachiara Portolan ed Elisa Franceschi nei misti e nello stile libero, Giulia Santeramo nelle gare a dorso e misti e Camilla Miatto nel delfino.

Anche i maschi ottengono ottimi piazzamenti con Federico Bortolato e Thomas Pigozzo nella rana, Leonardo De Gaspari delfino e stile libero, Alberto Grion, Marco Nadalin a stile libero ed Eriberto Sandrin nelle gare a dorso. Tra i più grandi Ettore Nanetti, reduce dalla Nazionale Giovanile di Cipro dove ha conseguito il nuovo record regionale ragazzi nei 200 delfino, vince a Treviso i 100 delfino con il suo record personale, due argenti per Daniel Zammattio 200 misti e 200 rana e bronzo nei 400 misti, argento anche per Michele Orrù nei 400 stile libero dove ha conseguito un a ottima prestazione che gli vale la qualificazione al campionato Italiano Giovanile in agosto a Roma.

Piazzamenti importanti per la classifica a squadre finali di Elena De Ros ed Arianna Piccolo a rana, Debora Zambon, Marta Gismano, Anna Marcotti, Vanessa Rigoni ed Anna Cecchellero nelle gare a stile libero e delfino, Davide Tanzi delfinista, Davide Agnolin nel dorso e stile libero, Filippo Furlan e Federico Pignaton, nelle gare dei misti e del dorso, Vittorio Poles nelle gare più lunghe a stile e delfino, Alessandro Gabelli, Alessandro Mariotto e Roberto Muscherà a rana, Daniele Tonon nelle gare corte delfino e stile libero ed in fine il capitano Giuseppe De Caro che predilige le gare di sprint a stile libero e delfino.

“Sono state due giornate molto intense​ – afferma l’allenatore ​A​ndrea Deiuri​ -,​ ma siamo molto soddisfatti nel vedere la risposta dei ragazzi nel cercare il risultato agonistico. E’ una squadra giovane, capace di stare bene assieme e di formare un gruppo che si stimola a vicenda, di formare una vera squadra, cosa molto difficile nel mondo del nuoto”.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!