Granfiume vicino al territorio nello sport e nel sociale

8 Febbraio 2021

La U16 Granfiume di pallavolo

FIUME VENETO. Anche nel 2021 il Granfiume di Fiume Veneto sostiene le associazioni sportive del territorio, perché sport vuol dire benessere, socialità, coesione. “Per noi sono valori cardine – afferma la direttrice dott.ssa Marta Rambuschi – che alla luce delle restrizioni portate dall’emergenza sanitaria diventano ancora più importanti. Per questo anche nel 2021 confermiamo il nostro sostegno alle squadre e alle associazioni del nostro territorio. Ritroviamo dunque la Portogruaro Volley, la cui squadra femminile under 16, di cui siamo particolarmente orgogliose, porta la nostra maglietta e il nostro nome; l’Asdc Fiume Veneto, la squadra di calcio di casa, con un settore giovanile molto articolato, l’Asdc Torre, che nel 2021 avrà ufficialmente la squadra Granfiume, l’associazione Torre, particolarmente attiva nell’organizzazione di eventi a scopi benefici, in favore di persone in difficoltà economiche e sociali”.

Al supporto al mondo sportivo si aggiunge il sostegno ai progetti promossi dalle amministrazioni di Fiume Veneto e di Zoppola, dedicati alla mobilità sociale. Essi si traducono nella pratica in due automezzi attrezzati, utilizzati dai volontari per consentire e migliorare la mobilità di persone anziane, disabili, con svantaggio sociale o sanitario. Il tutto viene realizzato nell’ambito della legge quadro per la sinergia pubblico-privato nell’ambito degli interventi sociali, che vede dunque la convinta adesione della società che gestisce il Granfiume e della sua direzione, che negli ultimi anni hanno intensificati l’impegno in favore dei valori della coesione sociale e della solidarietà, con particolare attenzione ai giovani, alle famiglie e alle persone fragili.

Il veicolo donato a Zoppola

La Pallavolo Portogruaro&Gruaro con 43 anni di storia ha un forte legame col territorio ed è una delle poche squadre che gestisce contemporaneamente i settori maschile, femminile, giovanile, minivolley. Come squadra femminile è prima in serie C nel Campionato regionale Fvg. Con i suoi numeri – 350 tra atleti, dirigenti, allenatori, accompagnatori, partecipanti attivi; 280 nuclei familiari direttamente coinvolti; 380 competizioni ufficiali previste nel 2020/21 – è una delle più grosse realtà pallavolistiche del Veneto e del Fvg.

Anche l’asdc Torre ha una storia consolidata: nata nel 1971 è legata al proprio quartiere Torre, borgo di Pordenone molto popoloso con una propria specifica identità. Nata in un primo momento come polisportiva, successivamente si è concentrata sul calcio e sulla danza. La squadra di calcio milita stabilmente in Promozione. Diversi ragazzi che hanno cominciato con l’Asdc Torre hanno giocato o tuttora fanno parte di squadre di alto livello.

Il trasporto sociale di Fiume Veneto

Sempre legata al quartiere pordenonese è l’associazione Torre impegnata nella promozione e nella valorizzazione del sistema di relazioni sociali che caratterizzano il quartiere stesso. L’associazione si propone di sviluppare nuove forme di partecipazione alla vita pubblica, nuove forme di progettazione e di azione. La solidarietà, il rispetto dei diritti delle persone, la lotta a ogni forma di discriminazione, la valorizzazione delle differenze sono tra i suoi valori ispiratori più importanti.

Di lungo corso anche l’Asdc Fiume Veneto Bannia, fondata nel 1949: una società, dunque, ben radicata nel territorio, ma che guarda molto al futuro con una ricca articolazione del settore giovanile, alla quale dedica grande energia e impegno, considerando soprattutto il valore sociale ed educativo di uno sport di squadra.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!