Gli studenti imparano cosa significa l’acqua in bottiglia

26 Marzo 2015

PRAVISDOMINI. Imparare fin da giovani il valore dell’acqua e il suo corretto consumo, senza sprecarla: lezione a metà tra i banchi e gli scaffali di un negozio per i giovani studenti della scuola media Italo Svevo di Pravisdomini, che hanno partecipato alle attività promosse dal Distretto soci di Coop Casarsa insieme alle cooperativa SeaCoop all’interno dell’azione annuale di educazione al consumo consapevole.

saluto moretti studentiAccompagnati dai propri insegnanti Giurato e Poma, hanno dapprima seguito in classe la curatrice del progetto Barbara Santarossa, la quale ha spiegato, attraverso il laboratorio denominato “Viaggio in bottiglia”, le classificazioni dell’acqua in bottiglia, le sue modalità di produzione e consumo, insegnando loro a leggere le etichette. Poi la lezione è proseguita nel negozio di Pravisdomini della cooperativa casarsese, aperto lo scorso autunno, con gli studenti che hanno svolto divisi in gruppi una spesa simulata scegliendo autonomamente quali tipi di acqua comprare, motivando poi la scelta davanti ai compagni.

“Un modo- ha spiegato il consigliere di Coop Casarsa Orietta Moretti, delegata alle attività del Distretto soci – per insegnare loro il consumo consapevole e informato, attraverso attività divertenti che però hanno solide basi didattiche: un’azione educativa che come Distretto soci proponiamo ormai da 3 anni e che da Fiume Veneto si è ora allargata a Pravisdomini, trovando l’adesione entusiasta degli insegnanti”. Moretti, che ha portato il saluto di Coop Casarsa ai giovani della scuola media di Pravisdomini, ha ricordato loro anche i valori mutualistici che sono alla base dell’attività della cooperativa fondata nel 1919. Ad accogliere e seguire nel supermercato i partecipanti all’attività è stato il caponegozio Nicola Marcon.

spesa simulata pravisdominiLe attività sono state realizzate anche alla scuola primaria Cesare Battisti di Fiume Veneto (nelle classi seguite dagli insegnanti Da Ros, Vanin e Serao) con il laboratorio chiamato La Merenda magica e alla media Baggelardo di Fiume Veneto (insegnanti Zannese, Nevila, Lombardo, Zuccato e Fantini) con il laboratorio Caccia alla merenda, mentre ad aprile nella scuola primaria Manzoni di Cimpello di Fiume Veneto (seguita dall’insegnante Facca) sarà proposto il laboratorio Il Pianeta di cioccolato.

“Questi giovani – ha concluso Mauro Praturlon presidente di Coop Casarsa – sono i consumatori di domani: più informati saranno su come fare una spesa intelligente, più potranno dare il loro contributo per il benessere del mondo. Coop Casarsa per questo è convinta della fondamentale importanza di tali attività educative”.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!