Gli arbitri se ne vanno e…

29 Maggio 2013

UDINE. E’ tempo di verdetti nei campionati UISP di pallacanestro organizzati dal Comitato Provinciale e diretti dall’infaticabile Massimo Piubello.

SERIE A1

L’A.I.B.I. Fogliano si aggiudica meritatamente il titolo regionale, anche se gara 3 viene macchiata da un incredibile episodio: a 6’49” dalla fine del terzo quarto il match viene sospeso per abbandono della coppia arbitrale a causa di pesanti proteste da parte di alcuni giocatori del Laipacco. Al momento della sospensione Fogliano era in pieno controllo del match. 44-23 il punteggio a favore dei padroni di casa, frutto di un ottimo approccio alla gara, con Busolini infallibile al tiro, Sartori impeccabile in difesa, Marini lucido in regia e il trio Signoretti-Tosoratti-Cestaro padrone del pitturato. Partita senza storia dominata sin dall’inizio dagli isontini che a metà gara conducono per 38-21. Ulteriore accelerazione a inizio terzo quarto (+21), ma dopo un fallo fischiato su Busolini e relative proteste ospiti, ecco la decisione dei due arbitri. A nulla sono valsi gli interventi del responsabile del campionato Uisp Massimo Piubello e del presidente provinciale udinese Antonio Di Ninno, che sono scesi nello spogliatoio richiedendo invano la continuazione della finalissima. Il risultato di 44-23 verrà poi omologato quale definitivo dal giudice unico.

A fine gara Piubello si è espresso così sulla vicenda: “Devo censurare il comportamento di qualche tesserato che ha esagerato, ma non sono d’accordo sulla scelta degli arbitri di abbandonare la gara. Il campionato Uisp ha subito un danno di immagine che non si merita, stante la passione che ci mettiamo tutti per mesi e mesi.”.

Per l’A.I.B.I., quattro finali in quattro anni e due titoli vinti (bissato il successo ottenuto nel 2009/10 proprio contro Laipacco in finale), il successo vale anche come lasciapassare per le finali nazionali in programma a giugno a Spoleto. Tutta la soddisfazione di coach Bulfoni: “I ragazzi sono stati perfetti, in gara3 hanno dato vita al miglior avvio di partita di questi anni. Il titolo è il giusto premio a tutto il gruppo, che ha avuto il merito di restare unito sino in fondo”.

COPPA FRIULI A1

Risultato a sorpresa in quel di Tolmezzo, dove in una gara al cardiopalmo, i padroni di casa riescono nell’impresa di sconfiggere la corazzata PAU Udine per 73-72 e conquistare la Coppa Friuli di A1. Nonostante un Battoia da 32 punti sul quale hanno montato la guardia alternativamente Vidali, Polo e Cortiula, gli udinesi hanno subito l’alta percentuale nei tiri da tre punti dei carnici che hanno anche sfoderato una difesa aggressiva che ha permesso loro ripartenze veloci. Per i tolmezzini sempre più positivo Pillinini, che ha chiuso con 20 punti, si segnalano i soliti Scarsini M (20) e Bonis (12). Menzione particolare per Monego autore di 8 punti.

SERIE A2

Giunge a gara 3 la serie finale dei playoff promozione tra Gradisca e Attimis. Gradisca ha il merito di risollevarsi dopo la brutta sconfitta nel primo match andando a espugnare il campo friulano per 76-74 Partita combattuta ed equilibrata sin dalle prime battute, con un botta e risposta dalla lunga distanza e battaglie sotto canestro. Gli isontini allungano di 11 punti nel 3 quarto, grazie ad una efficace difesa a tutto campo, ma l’Attimis non molla e ricuce lo svantaggio portando il match ad un finale punto a punto. Gli ospiti rischiano di buttare via il match con 2 falli tecnici negli ultimi minuti, ma con una prova d’orgoglio chiude vincendo con uno scarto minimo. Migliori marcatori per Gradisca Grattoni con 24 (5/7 da 3), Ravasin (17), Brandolin (16), mentre per l’Attimis Del bianco (24), Perrone (16), Iussig (13).

La finalissima si svolgerà il 31 maggio alle 21, al Palazimolo di Gradisca d’Isonzo.

COPPA FRIULI A2

Tarcento superando S.Giorgio per 75-55 conquista la Coppa Friuli di A2. I padroni di casa dominano la gara sin dall’inizio, con il bomber Domenis sugli scudi (20 a referto), chiudendo il primo quarto sul 20-10. Secondo e terzo quarto in equilibrio dove il coriaceo San Giorgio resta aggrappato al match, rientrando anche a meno 8 a metà del terzo, respinti però dai canestri del solito Domenis e di Rubera (14). In avvio dell’ultimo quarto l’allungo decisivo che porta anche ad un vantaggio di 24 punti sul 70-46 , partita in ghiaccio e Coppa Friuli meritatamente conquistata in due gare. Buona prova corale del team collinare con una gran difesa e che manda a bersaglio tutti gli uomini presenti a referto. Per San Giorgio da segnalare le performance di Nalon e del giovane Marchiori, autori rispettivamente di 10 e 15 punti.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!