Giornata provinciale del Ringraziamento: difendere i prezzi e allearsi con i consumatori

20 Novembre 2015

POLCENIGO – Un minuto di silenzio, di raccoglimento in solidarietà dei morti dopo la strage di Parigi, ha caratterizzato la sessantacinquesima giornata provinciale del Ringraziamento. Polcenigo, comune che si fregia con la denominazione di uno dei borghi più belli d’Italia, ha ospitato l’evento. Organizzatori la Coldiretti provinciale con la sezione locale guidata da Dino Della Valentina, la Collina sacilese che comprende i comuni di Polcenigo e Budoia.

Nella suggestiva chiesa di San Giacomo Apostolo è stata celebrata la messa da don Riccardo Ortolan.
Presenti tra gli altri, oltre al presidente e direttore della Coldiretti Cesare Bertoia e Antonio Bertolla, il vice presidente della Regione Sergio Bolzonello, l’assessore alle Risorse agricole e forestali Cristiano Shaurli, il presidente della Camera di commercio Giovanni Pavan, i sindaci di Polcenigo e Budoia rispettivamente Mario Della Toffola e Roberto De Marchi e altri amministratori locali e dirigenti Coldiretti.

“Oggi –ha detto Bertoia, presidente Coldiretti- è importante che la politica sia presente anche a questi eventi per rendersi conto della centralità dell’agricoltura anche dal punto di vista sociale oltre che quello economico. Le nostre battaglie – ha aggiunto- le portiamo avanti con i cittadini consumatori che sono i nostri migliori alleati”.

Riguardo la mobilitazione sul latte ha affermato: “chiediamo la vostra solidarietà perché stiamo contrastando il comportamento di una grande agroindustria che sta penalizzando le imprese sulla equa remunerazione del lavoro di tanti allevatori”.
Sul Psr (Piano di sviluppo rurale) ha precisato: “è una grande opportunità per il settore primario della nostra provincia che ha sempre dimostrato grande dinamicità. Abbiamo dimostrato di essere trainanti anche per gli altri comparti e il Psr ci può dare il giusto slancio per favorire investimenti e sviluppo”.

Dal canto suo Bolzonello ha sostenuto come il Psr sarà uno strumento importante. “Abbiamo lavorato –ha spiegato- per applicarlo al meglio eliminando gli errori del passato”. Riguardo alla situazione del comparto latte ha affermato: “la nostra attenzione è rivolta nei confronti dell’allevatore, poi all’industria agroalimentare”.

Tra gli interventi quello del sindaco di Polcenigo e Budoia. Della Toffola ha rilevato come sia importante pensare al futuro con un cambio di marcia per quanto riguarda la politica europea. De Marchi si è soffermato sulla necessità di una maggiore condivisione e confronto sull’utilizzo delle risorse destinate al settore. Pavan ha ribadito come l’agricoltura sia un comportamento determinante. “Come ente camerale -ha dichiarato- molti obiettivi sono stati raggiunti con il sostengo della Coldiretti”.

Nell’omelia don Riccardo ha spiegato come una tra le più importanti sfide su cui impegnarsi ci sia quella educativa.
“La consapevolezza e la percezione del mondo nel suo ambiente naturale –ha spiegato- devono essere recuperati. Una natura ammalata contagia anche l’uomo. Non dobbiamo essere padroni –ha aggiunto- ma amministratori di ciò che disponiamo e questo anche per imparare sempre di più –ha detto infine- il significato del Ringraziamento”.

Non è mancato il buffet di Campagna Amica preparato da tanti volontari sotto il coordinamento dell’Associazione provinciale cuochi guidata da Giovanni Fabbro. Queste le aziende e i prodotti messi a disposizione: Cristina Pegolo (spezzatino di Sorana), Latteria Di Fontanafredda (formaggio, mozzarella, yogurt), azienda agricola Pradarin (salumi), Roberto Andreazza (polenta) Associazione Cuochi (risotto allo zafferano), Michele Celant (formaggi di malga), Daniela e Luisa Bravin (olio extra vergine di oliva, cantina Fontanafredda (vino), Riserva di caccia Polcenigo (spezzatino di selvaggina).

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!