Ginnastica ritmica: Asu quarta società in Italia

9 Dicembre 2016
Alexandra Agiurgiuculese

Alexandra Agiurgiuculese

FORLI’ – Si è appena concluso il campionato di serie A1 di ginnastica ritmica che ha visto impegnate le atlete dell’Associazione Sportiva Udinese – Asu -, in quattro diverse gare, due delle quali sostenute dalla Campionessa del Mondo Aleksandra Soldatova, diciottenne di Mosca. Le atlete bianconere hanno affrontato l’ultima prova, al PalaGalassi di Forlì, senza il sostegno della ginnasta russa, ma con la forza e la determinazione di Alexandra Agiurgiuculese, che dopo la prestazione sottotono di Padova, ha nuovamente incendiato gli animi del pubblico forlivese, strappando alla giuria uno straordinario 18,100 alla palla. Asu dunque conferma il suo quarto posto. Agiurgiuculese, indiscussa fuoriclasse del club bianconero, già vincitrice di 4 medaglie ai Campionati Europei Juniores 2016 e unica componente juniores del Team Italia, ha ben eseguito anche l’esercizio al nastro ottenendo un buon 17,150.

“Questo 4° posto ci lusinga molto – commenta il presidente di Asu, Alessandro Nutta – siamo ai piedi del podio, e riconosciuti come quarta società in Italia. Le ginnaste sono in crescita continua e abbiamo ufficialmente la squadra più giovane del Campionato di A1. La più grande non è nemmeno maggiorenne”. La responsabile tecnica Spela Dragas, coadiuvata dalla coreografa Sonya Manukyan, afferma: “Abbiamo concluso la stagione nel migliore dei modi; siamo saliti di una posizione rispetto all’anno precedente e le ginnaste hanno condotto un’ottima performance senza commettere errori. Speriamo che sia di buon auspicio per la stagione ventura”.

Ottimo anche il 16,050 alla fune di Beatrice Pilosio, che all’ultima prova, è riuscita a sfondare il muro dei 16.000 punti, contribuendo al successo della propria squadra eseguendo un esercizio pulito e frizzante. Melissa Girelli invece ha eseguito un’incantevole prova al corpo libero ottenendo 14.600 punti, personal best in questo esercizio. Melissa attualmente si sta preparando ai Campionati Europei di squadra in programma a Budapest a maggio, e conciliare il lavoro individuale a quello di squadra, non è cosa semplice. Grande contributo anche di Virginia Samez, costretta a recuperare il cerchio una settimana prima della partenza (14,500), a causa dell’infortunio di Nicole Stroppolo, ha eseguito anche l’esercizio alle clavette portando alla squadra 15,000 punti netti. Dunque, la squadra udinese ha chiuso la quarta prova al 5° posto, raccogliendo 16 punti speciali, che sommati ai 50 punti conquistati nelle 3 prove precedenti, hanno fatto salire l’ASU al quarto posto in classifica generale con 66 punti, dalla quinta posizione della stagione precedente, staccando così la “rivale” 2015, la società Motto di Viareggio, con cui l’ASU ha condiviso il quinto posto lo scorso anno.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!