Fotovoltaico "friulano" per comunicare dal Polo

9 Febbraio 2014
Michele Pontrandolfo

Michele Pontrandolfo

SAN DANIELE. Per la friulana Solar Energy Group produrre energia è questione di principio; supportare un’esplorazione polare ai confini del mondo è principalmente un orgoglio, soprattutto se l’esploratore si chiama Michele Pontrandolfo. L’ultima impresa che l’esploratore pordenonese si appresta a compiere, infatti, è la traversata in solitaria del Polo Nord: 1.000 chilometri in 46 giorni, calzando ai piedi un paio di sci e trainando due slitte cariche di strumenti, viveri e accessori indispensabili alla sua sopravvivenza. Unico contatto live con il mondo sono i suoi telefoni satellitari, alimentati grazie anche a Solar Energy Group che ha contribuito a fornire l’”energia”, fondamentale alla gestione della strumentazione elettronica, equipaggiando la slitta di uno speciale pannello fotovoltaico.

Gianni Commessatti

Gianni Commessatti

Nel curriculum di Pontrandolfo si contano già 14 primati mondiali, come: Groenlandia, Patagonia (Hielo Continental), Islanda (Vatnajokoull), Svalbard, Canada Artico, Ellesmere Iceland, Polo Nord magnetico, Polo Nord geomagnetico e Oceano Artico, a cui questa missione potrebbe aggiungere il primato della traversata in solitaria del Polo Nord geografico, impresa riuscita prima d’ora soltanto ad altri due uomini.

“Siamo felici di sostenere questa eccezionale missione e orgogliosi di contribuire concretamente alla carica energetica necessaria per affrontare una tale impresa – afferma Gianni Commessatti, direttore commerciale di Solar Energy Group –. Abbiamo infatti fornito uno speciale pannello fotovoltaico che permetterà a Pontrandolfo di sfruttare l’energia solare per alimentare tutta la sua strumentazione elettronica, in virtù del fatto che da metà traversata il sole non tramonterà mai”.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!