Forza Italia: nella sanità non si penalizzi la Bassa friulana

7 Aprile 2014

LIGNANO. “Il partito di Forza Italia è in prima linea nella difesa del diritto alla sanità dei cittadini del FVG e della Bassa Friulana”. A sancirlo è l’incontro pubblico promosso dal Club Forza Silvio di Lignano Sabbiadoro, tenutosi al Centro Civico della città balneare, dal titolo “Il Servizio Sanitario in FVG: quali prospettive per la Bassa friulana?”.

Il consigliere regionale Bruno Marini, membro della III commissione permanente Sanità FVG, il vice coordinatore regionale Fi Massimo Blasoni, il Sindaco di Latisana Salvatore Benigno e Alessandra Corrado, presidentessa del club, hanno portato all’attenzione della popolazione un tema che la tocca da vicino. Tra il pubblico Micaela Sette, Fi Latisana e Nicolò Fantin, esponente regionale di Forza Italia Giovani.

“Le linee guida di riforma ventilate dalla giunta Serracchiani – si legge in una nota – non tengono conto delle specificità e bisogni del territorio, con una lettura sbagliata dei dati di gestione della sanità regionale, che sicuramente è da riorganizzare, ma con criteri che non vadano a penalizzare i cittadini, che non stravolgano, come nel caso di Latisana, la funzione strategica del nosocomio, che di fatto è riferimento non solo per i paesi vicini del Veneto, ma è geograficamente posizionato in modo da servire in maniera efficiente tutti i paesi della Bassa; non è immaginabile – si legge ancora – che diventi una sorta di poliambulatorio, che faccia riferimento all’azienda sanitaria del Pordenonese. Lignano, da maggio a settembre, diventa la più grande città del Friuli ed il decisore regionale non può non tenerne conto, tanto più se consideriamo le difficoltà dell’attuale amministrazione comunale di Lignano nel realizzare il nuovo Pronto Soccorso”.

Il Club Forza Silvio Lignano sottolinea che “l’eventuale chiusura di alcuni reparti dell’ospedale, tra i quali il punto nascite, potrebbe essere letto come una mancanza di sicurezza per la propria salute, da parte del turista, che potrebbe, quindi, scegliere altre mete per trascorrere le proprie vacanze”.

Massimo Blasoni e Salvatore Benigno hanno anticipato che nei prossimi giorni la giunta Serrachiani fornirà una prima bozza della riforma sanitaria regionale e che il partito Forza Italia si impegnerà in maniera concreta per tutelare l’integrale operatività del presidio ospedaliero di Latisana. L’incontro si è concluso con l’unanime auspicio che il decisore regionale accolga le ragioni e l’appello di cui si fa portavoce l’intero partito.

Condividi questo articolo!