Forum sulle start up a Trieste

3 Marzo 2016

TRIESTE. Sabato 5 marzo nella sala conferenze del Molo IV di Trieste riflettori puntati sulla creazione e sviluppo di nuove imprese. Dalle 10 alle 13.30 si terrà il Forum interassociativo “LO START UP D’IMPRESA: l’evoluzione di un’idea vincente”, organizzato dal Distretto Inner Wheel 206 e dal Distretto Rotary 2060. L’evento, incentrato sul confronto e sul dialogo e moderato dal giornalista Luigi Bacialli, dopo i saluti introduttivi delle autorità rotariane e cittadine, vedrà un primo dibattito tra tre figure di spicco del panorama economico, ovvero il professor Mauro Giacca, direttore dell’International Centre for Genetic Engeneering and Biotechnology, la professoressa Chiara Mio, presidente di Banca Popolare FriulAdria SpA e l’ingegner Giorgio Carcano, fondatore del parco tecnologico ComoNext.

Successivamente saranno presentate, quali esempi virtuosi, due start up: Ulisse Biomed, azienda nata nel 2015 all’Area Science Park di Trieste per sviluppare un metodo diagnostico rapido ed economico per il papillomavirus, agente responsabile dell’insorgenza del tumore alla cervice uterina, rappresentata dalla biologa Bruna Marini; Impact Hub Trieste, spazio di coworking e acceleratore di primo miglio per dare sostegno ai giovani imprenditori, presentato dal suo CEO Stefania Quaini.

Dopo di che il Governatore del Distretto Rotary 2060 Giuliano Cecovini illustrerà il progetto distrettuale “Rotary per il Lavoro”, che si rivolge a persone, preferibilmente giovani, prive di mezzi propri e della possibilità di accesso diretto al normale finanziamento bancario, che siano però dotate di idee e capacità imprenditoriali e intendano avviare o implementare una piccola impresa. Il Forum sarà completato dalla consegna del premio Rotary “Quando la volontà vince ogni ostacolo”, istituito nel 1990 e dedicato a coloro che, colpiti da grave handicap, grazie a tenacia, perseveranza e intelligenza e nonostante le menomazioni fisiche, sono riusciti ad affermarsi nella vita e nel lavoro. Il riconoscimento sarà assegnato alla giovane campionessa di nuoto Maria Bresciani e a Fulvio Marotto progettista di protesi particolarmente efficienti.

Un’iniziativa importante per l’Inner Wheel, da sempre attento all’imprenditoria giovanile. “La creazione di nuove imprese è considerata rilevante per lo sviluppo dell’economia perché aumenta il livello occupazionale e favorisce la crescita economica – spiega la Governatrice del Distretto 206, Donatella Polizzi Nicolich -. In Italia la disoccupazione ha raggiunto ormai valori del 13 per cento quindi l’opportunità di creare nuove imprese merita particolare attenzione per l’impatto che esse possono avere in particolare per i giovani”. Simile il parere del Governatore del Distretto Rotary 2060, Giuliano Cecovini. “L’incentivazione dell’autoimprenditorialità è centrale per il Rotary – commenta – e proprio per questo abbiamo lanciato il progetto Microcredito, creando un fondo di garanzia per aiutare le microimprese nell’ottenimento di un credito bancario. Attività alla quale si affianca il supporto di un pool di professionisti rotariani che mettono a disposizione la propria esperienza professionale per identificare i possibili neo imprenditori, aiutandoli e assistendoli nelle varie fasi di sviluppo delle loro impresa”.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!