Fondazione Mediolanum ad ABC Burlo: un cospicuo aiuto

23 Settembre 2019

TRIESTE. Un’importante donazione della Fondazione Mediolanum Onlus, per mano della sua Presidente Sara Doris, è stata consegnata questa mattina ad A.B.C. – Associazione per i Bambini Chirurgici del Burlo Onlus. L’associazione, che fa base a Trieste e che da 15 anni con il suo lavoro quotidiano è a fianco di tutti i bambini chirurgici che devono affrontare complessi percorsi chirurgici all’Ospedale Burlo Garofolo di Trieste, è una delle tre associazioni italiane – le altre due sono “Cilla” di Genova e “Casa Amica” di Milano – a rientrare nel programma di raccolta fondi “Come a casa” avviato dalla Fondazione Mediolanum Onlus a inizio anno e conclusosi il 30 giugno scorso.

Sara Doris e Giusi Battain

La donazione andrà a favore delle progettualità di A.B.C. In particolare grazie all’intervento di Fondazione Mediolanum Onlus, in un anno, A.B.C. sosterrà 200 bambini, che devono affrontare complessi percorsi chirurgici al Burlo Garofolo, attraverso progetti di accoglienza e ascolto. In particolare sarà garantita ospitalità gratuita nelle case dell’Associazione alle famiglie dei piccoli pazienti. Inoltre sarà offerto loro sostegno psicologico, supporto economico e la presenza quotidiana dei volontari in reparto, affinché questi genitori possano sentire che esiste una rete di sostegno intorno a loro.

A.B.C. dispone di tre alloggi a Trieste. Nel 2020, grazie ad un lascito solidale, A.B.C. potrà aumentare la capacità di ospitalità con un nuovo alloggio. Le Case A.B.C. sono un nido dove le famiglie possono restare unite e affrontare con più serenità il ricovero dei loro bambini. Nel 2018 sono state circa 90 le famiglie accolte a Trieste, in prevalenza provenienti dal Friuli Venezia Giulia e Veneto, con arrivi anche dal resto d’Italia, e oltre 400 le famiglie sostenute dal punto di vista psicologico ed emotivo e supportate dall’attività dei volontari in reparto.

Interessante anche il meccanismo di raccolta fondi di “Come a Casa”, che ha messo in atto una proficua collaborazione su due livelli nazionale e territoriale. La Fondazione Mediolanum, infatti, ha chiesto alle associazioni di impegnarsi nella raccolta fondi in prima persona. La cifra da loro raccolta è stata raddoppiata dalla Fondazione (fino a un tetto di 10.000 euro ciascuna), alla quale ha aggiunto anche una quota extra raccolta attraverso numerosi eventi di raccolta fondi realizzati sul territorio italiano. Nello specifico A.B.C. ha raccolto 15.600 euro; a questa cifra sono stati aggiunti 10.000 del raddoppio previsto e altri 44.743 euro derivanti dalle iniziative extra della Fondazione Mediolanum, per un totale di 70.354,92 euro.

”Siamo felici dell’incontro con Fondazione Mediolanum, che ha saputo accogliere e comprendere profondamente l’importanza del significato di ‘casa’ per i bambini e le famiglie che affrontano lunghi percorsi chirurgici. L’accoglienza in una casa e la cura clinica vanno concepite anche come accoglienza e cura degli aspetti emotivi, così da sostenere le famiglie ad affrontare il momento del bisogno e vivere in modo possibilmente più sereno anche il domani, con un impatto significativo di lungo periodo – sottolineato Giusy Battain, Direttrice di A.B.C. -. La visita di Sara Doris è per noi un grande piacere; è importante che i nostri donatori possano toccare con mano l’impatto del loro contributo. Inoltre, un ruolo fondamentale del noprofit è anche favorire incontri come questo e portare sul territorio la testimonianza di una buona pratica come quella di Fondazione Mediolanum. Speriamo così di facilitare il dialogo sul tema della responsabilità sociale d’impresa e diffondere modelli positivi di collaborazione con il noprofit, per la realizzazione di importanti obiettivi che impattano sulla nostra comunità”.

La Presidente di Fondazione Mediolanum Onlus Sara Doris, per la prima volta a Trieste in veste istituzionale, nel corso della sua visita ha voluto vedere di persona le Case in cui A.B.C dà ospitalità. ”Vedere realizzati i progetti nei quali abbiamo creduto come Fondazione Mediolanum Onlus – ha dichiarato Sara Doris – mi restituisce il senso dell’impegno che mettiamo stando al fianco di associazioni che come A.B.C. operano sul territorio italiano facendoci conoscere realtà che hanno necessità di sostegno non solo economico. Ritengo che ognuno di noi debba fare ciò che può nel ruolo che ha. Perché solo insieme si vince e si portano avanti progetti concreti di utilità sociale per tutta la collettività”.

Figlia di Ennio Doris e Lina Tombolato, donna solare e concreta, Sara Doris crede fermamente nel valore della solidarietà. Il suo impegno costante è rivolto a progetti e iniziative di solidarietà dedicati alla salute e all’istruzione dei più piccoli, in Italia e nel Mondo, un percorso educativo verso la libertà, affinché i bambini di oggi possano essere gli adulti liberi di domani, rendendo possibile a migliaia di bambini, in Italia e nel mondo, il raggiungimento di un’autonomia dal disagio. La Fondazione Mediolanum onlus, dal 2005 al 2018, ha sostenuto 464 progetti erogando 13,7 milioni di euro e aiutando 81.000 bambini in condizioni di disagio in Italia e in 48 Paesi nel mondo.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!