Festa alla Cantina Lorenzon per la pensione di dipendenti

17 Agosto 2021

PIERIS. Festeggiamenti all’Azienda Agricola Lorenzon di Pieris per salutare i collaboratori storici della cantina che hanno raggiunto il traguardo del pensionamento: Daniele Zimolo, capo campagna con alle spalle oltre quarant’anni di lavoro, e Luisa Pacor, operativa da quasi trent’anni nel punto vendita della sede di Pieris. Due persone che hanno materialmente contribuito al successo aziendale, condividendo con la famiglia Lorenzon momenti tristi e momenti felici. «Un pezzo di vita trascorso insieme, basato su un legame di profonda stima e familiarità che va ben al di là del semplice rapporto di lavoro», ricorda, non senza emozione, Enzo Lorenzon, presidente e fondatore dell’azienda.

«Daniele nei campi e Luisa, per tutti Luisetta, nel punto vendita – continua Enzo Lorenzon – sono stati un nostro riferimento sicuro, per impegno e affidabilità. Un modo di essere prima ancora che un modo di approcciarsi al lavoro. Bastava uno sguardo per capirci, senza bisogno di mille parole. Si è lavorato insieme, anche faticosamente quando serviva, ma si è anche sempre trovato il modo per trascorrere del tempo in allegria. A queste due persone l’azienda deve moltissimo. Daniele, mio braccio destro operativo, esperto e pragmatico, ha saldamente coordinato l’attività di campagna. Luisetta, gentile e discreta, nel punto vendita di Pieris, è sempre riuscita a mettere a proprio agio la clientela consigliando gli acquisti con competenza e professionalità».

Festa nella festa anche il pensionamento di Rosanna Pacor, preziosa collaboratrice personale dei Lorenzon. «Infaticabile, paziente e riservata, con dedizione unica si è presa cura per anni della famiglia», così la descrive Enzo che conclude: «Anche con Rosanna il legame affettivo è andato ben oltre il rapporto professionale. Oggi la soddisfazione di vederli tutti e tre godersi il meritato riposo dopo una vita di lavoro».

Una bella storia davvero. Infatti non sono molte le aziende che possono vantare collaboratori di così lungo corso; la dimostrazione anche di una solidità professionale che ha fatto delle produzioni agricole di qualità un fiore all’occhiello dell’economia della nostra regione.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!