Fenomeno migratorio: serve la disponibilità di tutti

20 Maggio 2015

UDINE. Il fenomeno migratorio è costante e sarà sempre più difficile gestire certi flussi ed è per questo che la Regione deve fare un piano concreto e i Comuni essere responsabilmente solidali. Sel Fvg per questo ha organizzato un incontro per venerdì 22 maggio alle 18.30 nella sua sede in viale Ungheria 131 a Udine, insieme al presidente del Consorzio italiano di solidarietà Gianfranco Schiavone e Angela Lovat di “Ospiti in arrivo”, per cominciare un percorso di sensibilizzazione con gli amministratori locali, affinché sia favorita la partecipazione al sistema di accoglienza diffusa di quanti più Comuni possibili.

Lo scopo dell’incontro – si legge nel comunicato – è anche quello di cominciare a pensare a soluzioni che prescindano dagli spazi pubblici, ma includano il recupero di tanti immobili privati sfitti che sarebbero nuovamente valorizzati da questo sistema di accoglienza. Le persone accolte, sfatando uno dei più pericolosi luoghi comuni sui richiedenti asilo, non creano mai problemi né sanitari né di sicurezza e sono sempre rispettose dalle regole civili grazie anche all’accompagnamento delle associazioni specializzate nell’accoglienza.

Questa iniziativa, oltre che agli amministratori locali che desiderano approfondire la questione, è rivolta a tutti i cittadini, e servirà anche come momento di raccolta di indumenti (maschili di media taglia, comprese scarpe), coperte e cibo in scatola perché in mancanza di una gestione strutturata e pubblica, riteniamo giusto conclude la nota – aiutare chi, come l’associazione “Ospiti in arrivo”, si è reso disponibile ad organizzare la prima accoglienza nel Comune di Udine. Facciamo dunque appello ai tanti cittadini che anche nella nostra città non percepiscono il fenomeno dell’immigrazione come un problema, ma lo affrontano garantendo il proprio appoggio e con la solidarietà di un popolo migrante e solidale come quello del Friuli Venezia Giulia.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!