False cooperative, ultimi giorni per la raccolta firme

25 Settembre 2015

clarotto sindaco casarsaPORDENONE – Ultimi giorni in provincia di Pordenone per la raccolta di firme a sostegno del progetto di legge di iniziativa popolare contro le false cooperative, promosso a livello nazionale dall’Alleanza Cooperative italiane della quale fa parte anche Confcooperative.

Un’iniziativa per fermare quelle imprese che, utilizzando strumentalmente la forma giuridica della cooperazione, inquinano il mercato facendo concorrenza sleale, evadendo tasse e contributi e non rispettando i diritti dei lavoratori.

Sino a fine settembre tutti i cittadini possono firmare il progetto di legge, unendosi così alle oltre 30mila persone che già lo hanno fatto in tutta Italia. Tra i firmatari pure la sindaco di Casarsa della Delizia Lavinia Clarotto e il collega di San Quirino Corrado Della Mattia. Entrambi si sono detti partecipi all’iniziativa delle cooperative italiane e hanno assicurato l’impegno dell’ente da loro guidato per la raccolta firme.

“L’intero territorio provinciale ha risposto positivamente alla nostra iniziativa – ha dichiarato il presidente di Confcooperative Pordenone Virgilio Maiorano -: un segnale importante di come si voglia difendere le sane realtà che qui operano. Ogni firma è un colpo assestato al fenomeno delle false cooperative, rivendicando allo stesso tempo quanto di buono il sistema cooperativo sta facendo per tutta la società nella provincia di Pordenone e in tutta Italia”.

Sul sito www.pordenone.confcooperative.it è stato pubblicato l’elenco dei Comuni nei quali si può aderire lasciando la propria firma.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!