Due giovani a Pordenone abilitate paracadutiste

28 Settembre 2020

PORDENONE. Sono due giovani donne le persone che quest’anno hanno conseguito il brevetto da paracadutista rilasciato al termine del corso organizzato dalla sezione Anpdi (Associazione Nazionale Paracadutisti d’Italia) di Pordenone, facendo balzare a 100 l’asticella della percentuale della componente femminile che ogni anno consegue il brevetto, normalmente attestata sul 20%.

Luisa Leccese, friulana, classe 1996, di mestiere è guardia giurata e ha voluto conseguire il brevetto per una passione personale. Giulia Rosolen, classe 1997 di Prata, ha realizzato la promessa fatta a se stessa: dopo la laurea in lingue, il brevetto di paracadutista, seguendo le orme di papà Claudio, che contestualmente ha seguito l’iter del ricondizionamento al lancio assieme a Sergio Tassan. La consegna del diploma si è svolta nella sede dell’Anpdi di Pordenone, alla presenza del presidente di sezione Alessandro Ferrari e degli assessori comunali Guglielmina Cucci ed Emanuele Loperfido. Per l’Assessora alle Pari opportunità è stato motivo di doppio orgoglio: per la dimostrazione che talenti, passioni e obiettivi delle donne, quando non trovano ostacoli sociali, si realizzano felicemente in cielo e in terra e per l’intitolazione di questo corso al suocero, Antonio Tambosso.

Presenti alla cerimonia naturalmente anche il figlio e la vedova, Franca Mariani, classe 1926 signora di grande tempra, che ha consegnato gli attestati alle due giovani. Antonio Tambosso, partito per il suo “ultimo volo” nel 2003, è stato paracadutista della folgore e mosaicista. Medaglia d’argento al valor militare, per aver salvato la vita di un compagno durante la guerra, perdendo una gamba, si è sempre distinto anche nella sua comunità di appartenenza, quella di Spilimbergo, dov’è tuttora ricordato come un uomo generoso e di grande spessore.

Soddisfazione è stata espressa anche dagli istruttori del corso, Daniele Ambrogi e Luca Zanin, che hanno sottolineato come le donne che intraprendono il percorso all’abilitazione al volo siano particolarmente attente e determinate. Tra l’altro Pordenone ha un altro primato “al femminile”: è l’unica sede in Italia ad avere una squadra femminile di precisione nell’atterraggio, composta da donne provenienti da Pordenone, Pisa, Bologna, Ravenna e Cesena. I corsi organizzati ogni anno dall’Anpdi, sono gli unici autorizzati in ambito civile ad avere valore anche in ambito militare. Consistono in 42 ore di lezione suddivise in teoria e pratica e sono aperti a tutti.

Info: anpdi-pn@libero.it

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!