Dreosto: Gorizia / Nova Gorica modello integrazione europea

5 Marzo 2021

GORIZIA / NOVA GORICA. “Assieme alla Zona Logistica Semplificata per aree portuali e logistiche, la Zona Economica Speciale Transfrontaliera fra Gorizia e Nova Gorica è determinante per armonizzare le disparità fiscali, tariffarie e burocratiche che da anni rendono il Goriziano una zona svantaggiata e che paga un caro prezzo in termini occupazionali e di sviluppo”. Queste le parole del segretario regionale della Lega ed europarlamentare, Marco Dreosto, a margine dell’incontro con rappresentati del Carroccio del Comune di Gorizia, il vicesindaco Stefano Ceretta, l’assessore Marilena Bernobich e il consigliere Andrea Tomasella.

“La collega europarlamentare Elena Lizzi e il consigliere regionale Diego Bernardis, così come il Gruppo comunale della Lega di Gorizia, ha già intrapreso un proficuo percorso per arrivare ad armonizzare l’economia di confine. La volontà – spiega il segretario regionale Dreosto – è di supportare questo progetto dal respiro europeo che procede in direzione di superare gli ostacoli dovuti ai confini e divenire un modello per una nuova integrazione europea fondata sulla reciprocità, lo sviluppo e la collaborazione fra popoli e Stati”.

“All’incontro con i componenti della sezione della Lega di Gorizia – annuncia l’on. Marco Dreosto – ne seguiranno altri e sempre più frequenti poiché, anche in vista della Capitale Europea della Cultura, è opportuno che un territorio bello come quello di Gorizia possa esprimere la sua millenaria vocazione mitteleuropea e far conoscere al mondo le eccellenze del Friuli Venezia Giulia”.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!