Donne e lavoro (perduto) sul web con Un’Altra Città

1 Marzo 2021

TRIESTE. ”Le donne in un’altra città, lavorano” è il titolo dell’incontro online organizzato per giovedì 4 Marzo, alle 18, da Un’Altra Città. Vi parteciperanno la psichiatra Maria Grazia Cogliati Dezza e la giornalista Fabiana Martini stimoleranno il dibattito tra le redattrici del contributo del 21 gennaio Hermine Letonde Gbedo (Comitato Diritti Civili Prostitute), Imma Tromba (Goap), Silva Bon (Luna e l’altra), Geni Sardo (Ncdl Cgil), Gabriella Taddeo (Ex Consigliera di Parità), Lucia Krasovec-Lucas (Aidia Trieste) e la Presidente della Commissione Lavoro alla Camera dei Deputati Debora Serracchiani e Rossana Giacaz, della Segreteria Regionale Cgil.

Già il 21 scorso, nel dibattito Le donne in un’altra città, organizzato da Un’Altra Città allo scopo di arricchire il Programma con le tematiche riguardanti le donne, sono emerse alcune criticità in diversi ambiti. La dimensione della cura, i diritti, leggi sulle questioni di genere, campagne culturali a sostegno e l’importanza del lavoro. Basti pensare a un dato allarmante: donne con carriere già avviate che hanno dovuto chiudere attività e sono rimaste senza risorse, giovani laureate e titolate che non riescono ad entrare nel mondo del lavoro. In alcuni casi se non è presente una necessità di sostegno nella sussistenza primaria, non c’è possibilità per le donne di crescita umana e professionale e di investimento sulle proprie capacità.

Se guardiamo alla situazione occupazionale femminile, c’è poco da festeggiare l’8 marzo, quindi: lo stato delle donne ai tempi del Covid, ma non solo, è drammatico. Cosa compete al Comune e all’Amministrazione Comunale nel sostenere e potenziare le opportunità occupazionali? Anche se apparentemente sembra non sia una competenza comunale, ci sono tante cose che un’Amministrazione può fare per le donne e per favorire il loro inserimento nel mondo del lavoro. Perché, come già detto in altre occasioni, se le donne non lavorano non è solo un problema loro, non è solo una questione di genere: gli effetti della crisi e della disoccupazione femminile (una delle conseguenze della crisi) si riflettono su tutta la società. Molti sono gli interventi da portare avanti al fine di un vero cambiamento culturale a tutela e sostegno di tutte.

Per illustrare il pezzo di programma redatto dopo il precedente incontro, per riflettere sulle tematiche del lavoro, le linee guida a livello di prassi istituzionali e regolamenti che possono avere ricadute anche a livello locale, questo il link di giovedì

https://us02web.zoom.us/j/87495904968?pwd=Ky9SQ1I3RndSUWV4Z2lkdVYxcS9rZz09

Sarà possibile partecipare e intervenire all’incontro anche sulla pagina FB di Un’altra città. Di seguito il link all’evento FB (https://www.facebook.com/events/170157101391780) e il rimando al programma di Un’altra città (https://unaltracittatriestehome.files.wordpress.com/2021/01/programma-definitivo-17.gennaio-2021-pdf.pdf).

Condividi questo articolo!