Docufilm a Cinemazero sulla (mal)educazione stradale

19 Novembre 2019

Michele Scarponi

PORDENONE. Mercoledì 20 novembre alle 20.45 a Cinemazero, in collaborazione con Crédit Agricole Friuladria, sarà proiettato Gambe – La strada è di tutti, prodotto dalla Fondazione Michele Scarponi, un docufilm che apre la riflessione su un sistema di mobilità differente centrato sul concetto che “la strada è di tutti, a partire dai più deboli”. Interverranno Marco Scarponi, Paolo Fedrigo di Arpa Fvg – LaRea Laboratorio Regionale di Educazione Ambientale, Luana Casonatto, la presidente di Fiab Pordenone A ruota Libera, Stefano Rossi già Comandante della polizia locale di Pordenone e Alessandra Buscaglia, titolare di una autoscuola pordenonese, esperta formatrice dei neopatentati. La serata, a ingresso libero, è organizzata anche dal Sistema Regionale delle Mediateche.

I protagonisti del docufilm sono i familiari delle vittime della violenza stradale, i “ciclismi” (da quello sportivo, amatoriale o professionista, a chi usa la bici per andare scuola, fare spesa o semplicemente viaggiare), i giornalisti che hanno il compito di comunicare con “tatto” e correttezza le tragiche notizie di incidenti stradali e di narrare la memoria, la polizia stradale e la politica. Gambe – La strada è di tutti, ricordando la figura di Michele Scarponi, campione del ciclismo scomparso tragicamente in un incidente stradale nel 2017, tratta il tema della mobilità sostenibile e in particolare della sicurezza stradale, mettendo al centro la persona, l’utente fragile, il disabile, i bambini, i pedoni e i ciclisti.

Condividi questo articolo!