Demenza: a Pozzuolo gruppi sostegno e serate informative

30 Maggio 2021

POZZUOLO. Emergenza nell’emergenza, nell’isolamento e solitudine imposti dal Covid la gestione di Alzheimer e demenze rappresenta un impegno ancora più gravoso per le famiglie. Offrire loro sostegno e coltivare una comunità sensibile e inclusiva nei confronti delle persone affette da demenza è l’obiettivo del progetto “Demenza: supporto ai caregiver e sviluppo di una comunità̀ amica” – promosso da Codess Fvg in partnership con l’Asu-Fc, il Servizio Sociale dei Comuni dell’Ambito Friuli Centrale e il Comune di Pozzuolo e sostenuto dalla Fondazione Friuli nell’ambito del “Bando Welfare 2020” che continua con il calendario delle attività previste.

Il 1° giugno dalle 17 alle 19, nella Biblioteca di Pozzuolo (Via del Mercato n. 3), inizia il suo percorso il gruppo di mutuo aiuto, accessibile gratuitamente per le famiglie del Comune o degli altri Comuni dell’Ambito Friuli Centrale che si prendono cura di un familiare affetto da demenza. Il gruppo si riunisce a cadenza settimanale sotto la guida di una psicoterapeuta esperta ed è l’occasione per condividere con altre famiglie le proprie esperienze personali e per apprendere modalità efficaci di comunicazione con il malato, in grado di costruire scambi appaganti e significativi per entrambi, come insegna l’Approccio capacitante® a cui il gruppo si ispira. I successivi incontri si tengono nelle seguenti date: 9, 15, 23 e 30 giugno, 7 e 14 luglio, sempre dalle 17 alle 19.

La partecipazione è gratuita, è sufficiente comunicare la propria adesione scrivendo a: comunita.amica@codessfvg.it o telefonando al n. 345 9119584.

Sostenere le famiglie significa anche consentire alle persone con Alzheimer o demenza di vivere all’interno di una comunità che li accoglie e li protegge, garantendo loro la massima autonomia possibile. Alla costruzione di una rete consapevole delle esigenze di chi soffre di demenza, sono orientate le serate informative sulle patologie dementigene in programma a Pozzuolo fra maggio e giugno, nell’area verde dietro al Municipio alle 20.30. Si comincia il 31 maggio con un incontro dedicato a “Co-housing: assistenza etica e sostenibile per la demenza” con Daniele Cipone, medico di medicina generale, e Laura Nave, psicologa e psicoterapeuta, entrambi dell’Associazione DeMaison.

Il 7 giugno si parla di “Demenze, i luoghi comuni e i segnali, la complessità della diagnosi e della cura, il dovere di un’informazione appropriata”, con Ferdinando Schiavo, neurologo. Il 14 giugno, il neurologo Ferdinando Schiavo e Chiara Baradello, biologa e nutrizionista, parlano di “Alzheimer e altre demenze: è possibile prevenire il naufragio della mente?”. Infine il 21 giugno si tiene l’incontro “Per una società amica della demenza. Per familiari, esercenti e realtà coinvolte in un processo di accoglienza della persona affetta da demenza” con Ferdinando Schiavo, neurologo, e Daniele Cipone, medico di medicina generale.

I gruppi di sostegno e le serate informative sono tutti passi che Pozzuolo, secondo comune in Regione, compie per diventare “Comunità amica della demenza”, percorso che Federazione Alzheimer Italia, principale organizzazione italiana a occuparsi di demenza, propone alle comunità che vogliano accreditarsi come inclusive, preparate e organizzate per accogliere le persone con demenza e consentire loro di partecipare alla vita sociale e di frequentare, in sicurezza, i luoghi pubblici.

Tutte le attività sono gratuite, ma è richiesta la prenotazione contattando la segreteria. Per informazioni: comunita.amica@codessfvg.it | cell. 345 9119584

Condividi questo articolo!