Dal 1° dicembre disponibili le Borse che aiutano gli anziani

30 Novembre 2020

Ariella Reggio con La Borsa che Dona

TRIESTE. Da preziose stoffe e foulard inutilizzati, donati da numerosi benefattori, sapienti mani artigiane di un gruppo di volontarie hanno realizzato una gamma di borse, principalmente rivolte alla donna, ma alcune adatte anche all’utilizzo maschile, dal nome La Borsa che Dona. Una storia di solidarietà tutta al femminile, ideata e promossa a Trieste dall’Associazione Goffredo de Banfield, la onlus che da più di trent’anni si occupa di assistenza e cura delle persone anziane fragili, o affetti da Alzheimer, e delle loro famiglie. La genesi di questa borsa è tutta legata alla solidarietà e al dono. É il risultato della decisione di tante persone di dar vita, attraverso il dono, ad un progetto solidale a favore della vecchiaia vulnerabile. Le volontarie della De Banfield hanno donato il loro tempo e la loro sapienza, che è proseguito con il dono da parte di tanti benefattori di foulard di pregio e tessuti di seta rimasti inutilizzati in un cassetto.

La serie di borse realizzate per l’iniziativa – 146 in tutto, pezzi unici uno diverso dall’altro – tutte denominate “La Borsa che Dona”, sono disponibile online a partire da martedì 1^ dicembre, in occasione della Giornata Mondiale del Dono, fino ad esaurimento sul sito della onlus: www.debanfield.it. Si possono anche visionare su appuntamento presso la sede di via di Casa Viola di via Filizi.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!