Da Marina Uno in gommone alla scoperta del Tagliamento

15 Luglio 2018

LIGNANO. Un importante appuntamento con bambini e giovani ospiti del centro estivo di Lignano Pineta “EsplorAmare”: i bambini, la flora e fauna uniche nel loro genere presenti lungo il basso corso del fiume Tagliamento, sono stati protagonisti assoluti di una iniziativa attuata dalla società Lignano Pineta – Porto Turistico Marina Uno Resort in collaborazione con Marina Punta Verde. E’ stato infatti organizzato l’incontro divulgativo ambientale con i giovani ospiti del centro estivo EsplorAmare di Lignano Pineta, nell’ambito delle iniziative previste dal protocollo F.E.E. – Foundation for Environmental Education. Ogni anno Marina Uno è promotrice dell’attività di divulgazione e di sensibilizzazione ambientale ai diportisti e non.

Il centro estivo EsplorAmare, presente tra lungomare Kechler e Raggio di Levante a Lignano Pineta, è uno spazio di gioco e centro di aggregazione aperto a bambini e ragazzi. L’attività di divulgazione ha avuto come punto di incontro e partenza il Porto Turistico Marina Uno Resort a Lignano Rivera. Con molto anticipo, carichi di entusiasmo i bambini e ragazzi accompagnati dalle responsabili del centro estivo erano già pronti per la partenza alle 9. Con l’utilizzo del gommone in dotazione al personale di Marina Uno, unitamente al gommone di Riccardo Carulli istruttore di sub e titolare della scuola sub Mister Blu con sede sempre a Marina Uno e al gommone in dotazione al personale di Marina Punta Verde, tutto il gruppo è partito alla volta della risalita del fiume Tagliamento.

I bambini durante il tragitto hanno posto molte domande agli accompagnatori, al Capitano di Lungo Corso Pompilio Paganini e allo staff in forze a Marina Uno e all’istruttore di sub ESA Riccardo Carulli. I gommoni hanno percorso il basso corso del fiume Tagliamento per circa quattro-cinque miglia, fino al raggiungimento della “Bilancia fissa” per la pesca, che copre l’intero alveo del fiume. I bambini, portati sotto la bilancia, hanno così potuto apprendere le modalità di funzionamento della particolare struttura adibita alla pesca. Durante il tragitto, pieni di ammirazione e curiosità, i bambini hanno potuto osservare flora e fauna, ponendo domande riguardanti gli animali e la vegetazione autoctona che mano a mano incontravano: il cormorano, la garzetta, il germano reale, il martin pescatore, il cigno ed altro ancora. Come ogni anno particolare attenzione è stata prestata al tema della tutela del basso corso del fiume Tagliamento.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!