Da 10 anni scuola alberghiera ed enogastronomica

5 Novembre 2015
Insegnanti, studenti e organizzatori, durante la manifestazione “Il filo dei sapori”, svoltasi a Tolmezzo il 24 e 25 ottobre

Insegnanti, studenti e organizzatori, durante la manifestazione “Il filo dei sapori”, svoltasi a Tolmezzo il 24 e 25 ottobre

TOLMEZZO. «Scuola e territorio festeggiano 10 anni di collaborazione»: s’intitola così l’evento che, sabato 7 novembre, celebrerà il decennale di fondazione dell’I. P. S. Servizi per l’enogastronomia e l’ospitalità alberghiera “Jacopo Linussio” di Tolmezzo. I festeggiamenti ufficiali si svolgeranno al teatro “Luigi Candoni”, a partire dalle 9.30. Dopo i saluti delle autorità, prenderà la parola la Dirigente scolastica, Lucia Chiavegato, per illustrare persone, progetti e numeri dell’Istituto, fondato nell’anno scolastico 2004-2005 e attualmente frequentato da oltre 400 studenti provenienti non solo dalla Carnia, dal Canal del Ferro e dalla Val Canale, ma anche dal Gemonese e da numerose località del Friuli centrale, anche a sud di Udine.

Seguiranno, dalle 10 alle 11, tre contributi a cura del fiduciario della Condotta “Slow Food” di Carnia e Tarvisiano, Marino Corti; del rappresentante di “Ersa Fvg”, Ennio Pittino; e di Ivan Uanetto del Ristorante “Da Nando” di Mortegliano (“Esperienze sul campo: ristoratori ed albergatori raccontano”). Alle 11.30, toccherà ad alcuni ex studenti raccontare il loro percorso scolastico e i risultati professionali conseguiti dopo il diploma. Infine, ci si interrogherà sul tema: “Istituto Linussio e territorio: come vincere insieme?”. La riflessione sarà animata da Paola Schneider, presidente di “Federalberghi Fvg”.

Al termine della celebrazione al teatro “Candoni”, durante la quale fungerà da moderatore il giornalista carnico David Zanirato, autorità e invitati si trasferiranno ai Laboratori “Gianni Cosetti” (in via dell’Industria 14) per il brindisi organizzato dagli studenti con la supervisione degli insegnanti di Cucina, Prodotti dolciari e Ricevimento.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!